Cosa vedere a Plymouth, Massachusetts

In Inglese

Vi siete mai chiesti dove e come sono nati gli Stati Uniti?

E non parlo della Dichiarazione d’Indipendenza, di George Washington e della Costituzione USA, intendo ancora prima.

Mi riferisco al luogo ed al momento in cui un gruppo di persone mosse dal desiderio di una vita migliore raggiunse le coste di questo immenso paese creando un primo vero insediamento permanente su di un territorio fino ad allora sconosciuto e ad uso e consumo esclusivo delle popolazioni autoctone, gli Indiani Wampanoag.

Plymouth, monumento alle mogli dei Pilgrims Fathers

Plymouth, monumento alle mogli dei Pilgrims Fathers

Quello che accadde nel lontano 1620 sulla costa dell’attuale Massachusetts, a Plymouth per l’esattezza, quando 102 pellegrini provenienti dall’Europa sbarcarono dalla Mayflower, la nave che li aveva condotti fin lì, provati e decimati da una difficilissima traversata  durata mesi.

Oggi Plymouth é una ridente e solare cittadina della east coast americana, splendidamente inserita nella spettacolare cornice del New England.

Il grazioso molo di Plymouth

Il grazioso molo di Plymouth

D’estate si trasforma in un rinomato centro balneare con ben 6 km di spiagge ed una serie di attività collegate come pesca, sport acquatici e crociere, d’autunno invece, grazie alla raccolta dei mirtilli, si colora di un sorprendente rosso vinaccia e lentamente si assopisce con i primi freddi invernali per poi risvegliarsi in primavera con i colorati e variegati Farmers Markets.

Plymouth Rock, il cartello commemorativo

Plymouth Rock, il cartello commemorativo

I segni del suo intenso e significativo passato sono visibili ovunque, si sviluppano lungo un ricco itinerario che conduce per mano il visitatore, coinvolgendolo emotivamente, fino a quel lontano 1620.

Seguendo il Pilgrim Path, un sentiero che dal porto conduce al centro cittadino é possibile visitare a piedi gran parte dei siti storici, esiste tuttavia per i più pigri anche un tram turistico che collega tutte le locations.

La struttura che ingloba Plymouth Rock

La struttura che ingloba Plymouth Rock

Si comincia dalla Plymouth Rock, un piccolo scoglio a ridosso del molo inglobato in una struttura classicheggiante, famoso per essere il luogo in cui effettivamente nacquero gli Stati Uniti d’America… mi spiego meglio, sembra che questo macigno, grande poco meno di un’auto, sia il primo posto dove abbiano messo piede i pellegrini appena sbarcati!

Plymouth Rock

Plymouth Rock

Poco distante, seguendo la linea del porto, si incontra ormeggiata al suo molo, una perfetta riproduzione della Mayflower, la nave che condusse i Pilgrims Fathers in America.

Il bello é che una volta saliti a bordo (il biglietto é valido per visitare anche altri siti tra cui la Plymouth Plantation) si incontrano attori in abiti d’epoca, che intrattengono gli ospiti con i racconti della terribile traversata.

La nave Mayflower

La nave Mayflower

A bordo della Mayflower

A bordo della Mayflower

Molti dei pellegrini, impreparati ad affrontare il freddo invernale e senza scorte di cibo sufficienti, morirono poco dopo lo sbarco di stenti e malattie. Attraversando la strada si raggiunge Coles Hill, l’altura dove sono sepolti ancora oggi, poco distante c’é la statua del capo indiano Massasoit che aiutò i superstiti a sopravvivere.

Rientrando verso il centro di Plymouth in pochi minuti si raggiunge il Pilgrim Hall Museum, la più grande collezione al mondo relativa agli oggetti ed alle arti decorative di quel periodo.

L'ingresso del Pilgrim Hall Museum

L’ingresso del Pilgrim Hall Museum

Il sito in assoluto più visitato resta però Plymouth Plantation, una fedele ricostruzione del villaggio dei pellegrini sorto in seguito al loro sbarco (il biglietto di ingresso é lo stesso utilizzato per visitare la Mayflower), situata su di una collina a pochi chilometri dal centro.

Plymouth Plantation

Plymouth Plantation, dove é nato il Thanksgiving Day

Qui tutto é rappresentato esattamente come era all’epoca dello sbarco.

Le case, i campi coltivati, gli attrezzi, gli arredi, addirittura le persone (anche in questo caso attori vestiti in abiti d’epoca), pellegrini che interagiscono con i visitatori rispondendo alle domande, stupendosi tra l’altro della stranezza dei loro abiti e del loro atteggiamento, quasi fossero ancora nel 1620… decisamente affascinante e coinvolgente.

Incontri in Plymouth Plantation

Incontri in Plymouth Plantation

I racconti dei pellegrini di Plymouth Plantation

I racconti dei pellegrini di Plymouth Plantation

Poco distante é possibile visitare anche la fedele ricostruzione (comparse indiane incluse) del villaggio indiano dei Wampanoag, gli indigeni locali che supportarono ed aiutarono i pellegrini a sopravvivere nei primi difficili mesi in terra americana.

Plantation, nel villaggio indiano dei Wampanoag

Plymouth Plantation, nel villaggio indiano dei Wampanoag

Di certo avrete sentito parlare del Thanksgiving Day, la più grande celebrazione nazionale americana che ricorre verso la fine di novembre, il quarto giovedì del mese per l’esattezza.

Ecco sappiate che… tutto é partito da qui!

Da un’antica usanza indiana mescolata alla gioia e alla gratitudine verso Dio per il primo fruttuoso raccolto dei pellegrini ad un anno esatto dall’arrivo nella nuova patria.

 

Tutti voi Pellegrini, con le vostre mogli e i vostri piccoli,

radunatevi alla Casa delle Assemblee, sulla collina…

per ascoltare lì il pastore

e rendere Grazie a Dio Onnipotente per tutte le sue benedizioni.

.

William Bradford, novembre 1623

(Governatore della prima colonia di Pellegrini di Plymouth)

4 Comments

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti