Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci

Cosa vedere a Chinatown: visitare il quartiere cinese di Manhattan, Nyc
febbraio 27, 2022
Firenze in primavera: gli eventi e le esperienze da non perdere
aprile 12, 2022
Show all

Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci

Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci

 

Insolita Firenze: itinerario alla scoperta dei luoghi cari ad Oriana Fallaci, tra angoli insoliti, storie segrete e aneddoti legati ai personaggi della città. Un vero e proprio viaggio – che è possibile ripercorrere nella sua totalità grazie al libro di Riccardo Nencini “A Firenze con Oriana Fallaci” –  nella “fiorentinità”  di una delle più illustri donne del capoluogo toscano.

 

Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci

 

Insolita Firenze: A Firenze con Oriana Fallaci, il libri di Riccardo Nencini

 

“Sono nata a Firenze da genitori fiorentini.

Fiorentino parlo, fiorentino penso, fiorentino sento. Fiorentina è la mia cultura e la mia educazione.

All’estero, quando mi chiedono a quale paese appartengo, rispondo : Firenze. Non: Italia. Perchè non è la stessa cosa.”

(Oriana Fallaci)

 

E’ con questa citazione – in cui si percepisce tutto l’amore e la passione che Oriana, da sempre e per sempre, come amava ripetere, nutriva nei confronti della sua città – che inizia uno dei libri più aperti ed intensi scritti su di lei e per lei, “A Firenze con Oriana Fallaci” di Riccardo Nencini, storico, scrittore, politico, ma soprattutto fiorentino e suo grande amico.

 

 

Un viaggio emozionale nella “sua” Firenze.

Dai ricordi di bambina nel Diladdarno “povero” delle botteghe, degli artigiani e della quotidianità delle persone comuni, a quelli più netti e forti di adolescente, orgogliosa e motivata staffetta partigiana – nome di battaglia, Emilia – durante gli anni della guerra e della resistenza. Dagli inizi come giovane, instancabile e determinata reporter per l’Europeo, ai ritorni nella sua Firenze e nella proprietà del Chianti, alternati a lunghi soggiorni all’estero, come giornalista, inviata di guerra e scrittrice di fama mondiale. Fino ad arrivare al rientro definitivo, in seguito all’insorgere prepotente della malattia, ed alla morte.

Insolita Firenze: A Firenze con Oriana Fallaci, il libri di Riccardo Nencini

E come se fosse lei stessa a prendere il lettore per mano e a condurlo in un percorso della memoria, nella Firenze di ieri e di oggi, tra vicoli, palazzi, chiese, botteghe, vecchi caffè, musei, case private, storie e connessioni con i grandi del passato.

Un guida insolita per riscoprire la Firenze più vera, quella dei fiorentini e dei luoghi poco noti al grande flusso turistico, “dove non batte mai il sole”, quella di Dante e Beatrice, di Giotto e Masaccio, del Rinascimento Italiano e di Lorenzo de’ Medici, della Resistenza e dei bombardamenti, delle lotte politiche e delle rivoluzioni sociali, e di quella sua genetica propensione al bello ed all’eccezionalità che la fa splendere ed amare sempre e comunque, anche nei momenti più bui.

Insolita Firenze: A Firenze con Oriana Fallaci

Insolita Firenze, nei luoghi di Oriana Fallaci

La Firenze di Oriana Fallaci è quella dell’Oltrarno, per i fiorentini il Diladdarno, dove nacque e visse infanzia ed adolescenza, tra il quartiere di San Frediano, Borgo Tegolaio, Santo SpiritoBoboli e Via De’ Bardi.

Quella di Lungarno Corsini e di Lungarno degli Archibusieri, dove passa un tratto del corridoio Vasariano, quella di Ponte Santa Trinita, di Santa Croce, San Lorenzo e “delle tombe dei grandi”, le Cappelle Medicee.

Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci, Ponte Santa Trinita

Firenze inedita: una passeggiata alla scoperta dell’Oltrarno, Chiesa di Santo Spirito

Firenze in un giorno: antica Libreria Giorni

L’insolita Firenze di Oriana Fallaci è quella della vecchia Libreria Giorni e quella della Libreria Antiquaria Gonnelli, del Bargello, di Piazza dei Ciompi e del caffè letterario Le Murate.

Oltre a quella delle lunghe, indimenticabili estati nel casale del Chianti.

Cosa vedere nel Chianti, itinerario di un giorno sulla Via Chiantigiana

Ed infine quella del Cimitero Evangelico agli Allori, dove oggi riposa.

 

“Voglio morire nella torre dei Mannelli guardando l’Arno dal Ponte Vecchio.

Era il quartier generale dei partigiani che comandava mio padre, il gruppo di Giustizia e Libertà. Azionisti, liberali e socialisti.

Ci andavo da bambina, con il nome di battaglia di Emilia. Portavo le bombe a mano ai grandi. Le nascondevo nei cesti di insalata.”

(Oriana Fallaci)

 

Insolita Firenze: itinerario nei luoghi di Oriana Fallaci: Cimitero evangelico agli Allori

Insolita Firenze: il mio consiglio per vivere la città in maniera più autentica

Il mio consiglio, per organizzare al meglio la scoperta di Firenze e provare a ricercare e ad assaporare i frammenti di quella fiorentinità tanto cara ad Oriana, è quello di farsi guidare nell’organizzazione del soggiorno da una realtà locale, come  Destination Florence, unico sito ufficiale della città che porta avanti collaborazioni dirette con i migliori operatori del territorio tra Firenze ed i suoi ricchi e variegati dintorni, oltre a teatri, musei e partner del comune.

Una scelta sicura ed etica, per programmare il viaggio in totale serenità e per entrare in contatto con le vere risorse umane del turismo locale nella prenotazione di hotel, esperienze di livello ed attività uniche ed indimenticabili.

 

 

Articolo scritto in collaborazione con Destination Florence.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti