Vivere New York low cost: 10 spunti, suggerimenti e consigli per visitare Ny risparmiando

Visitare Ellis Island: scoprire il Museo dell’Immigrazione di New York attraverso la sua storia, i personaggi ed i vecchi graffiti
aprile 11, 2017
Visitare il Jack London State Historic Park, Sonoma Valley, California: viaggio nei libri e nel “mondo” di Jack London
maggio 4, 2017
Show all

Vivere New York low cost: 10 spunti, suggerimenti e consigli per visitare Ny risparmiando

New York low cost: il percorso artistico del nuovo tratto metro della Second Ave

In Inglese

E’ davvero possibile vivere New York low cost?

E per low cost non intendo le offerte on line o i last minute per risparmiare il più possibile, andando talvolta a scapito della qualità stessa del viaggio, strutture e volo inclusi.

Alludo a tutta una serie di suggerimenti, frutto di una reale esperienza sul posto e di una conoscenza approfondita della città, da offrire a chi è alla sua prima esperienza a Ny (ma anche alla seconda) per consentirgli di effettuare un bel pò di attività senza spendere un’esagerazione, muoversi facilmente tra i vari boroughs e mangiare senza doversi necessariamente svenare o esagerare con lo street food.

New York low cost: il percorso artistico del nuovo tratto metro della Second Ave

Di seguito per voi 10 consigli per ottimizzare la vostra vacanza, suggerimenti pratici a cui spesso non si pensa e che possono risultare davvero utili durante la permanenza dentro e fuori New York.

Spunti che spaziano dalla scelta del periodo, all’hotel, agli spostamenti, alle visite, agli acquisti, al cibo e a molto altro ancora

“Esco dal taxi ed è probabilmente l’unica città

che in realtà sembra migliore rispetto alle cartoline: New York”

(Milos Forman)

New York low cost: Times Square

Vivere New York low cost: scelta del periodo

New York ha una bassa stagione, incredibile ma vero.

Un periodo di circa due mesi che coincide con la fine delle festività natalizie e l’inizio della primavera, orientativamente dalla metà di gennaio alla metà di marzo.

I prezzi dei voli e degli hotel in questo periodo scendono notevolmente, arrivando (specie nel caso degli alloggi) a costare circa 1/3 in meno del normale, la città torna ad essere ad uso e consumo dei newyorkesi, i visitatori magicamente spariscono (o si mimetizzano con i local) e non ci sono file per raggiungere le maggiori attrazioni turistiche.

New York low cost: la New York Public Library

Unica controindicazione, il meteo. Che è poi il motivo principale della cosiddetta bassa stagione.

Le temperature arrivano spesso sotto lo zero e le nevicate sono all’ordine del giorno anche se può capitare che poi nel mezzo ci siano giornate soleggiate, tiepide e terse.

Sicuramente un periodo da valutare – se non avete grossi problemi con il freddo – anche perchè poi le attività e e gli eventi a cui prender parte sono comunque tantissimi, come avevo già scritto in un articolo inerente le cose da fare a New York in febbraio.

Vivere New York low cost: voli ed aeroporti

Sapevate che gennaio è un buon mese per cercare i voli?

Diciamo che a partire dai giorni immediatamente successivi a quelli dell’Epifania avendo flessibilità di date è possibile trovare sui siti delle compagnie aeree che hanno più voli su New York – Lufthansa, Emirates, Delta, American Airlines, United, persino Alitalia, etc – delle quotazioni decisamente vantaggiose rispetto ad altri periodi dell’anno.

Due consigli preziosi:

  • Iscrivetevi alle newsletter delle compagnie sopracitate, in modo da essere sempre aggiornati sulle offerte.
  • Valutate sempre e comunque prima l’aeroporto di arrivo in base alla differenza di prezzo di un volo. Nei pressi di New York, oltre al JFK International Airport, c’è anche il Newark Airport nel vicino New Jersey. Sono entrambi molto trafficati ma a differenza del JFK che è nella punta estrema di Brooklyn e si raggiunge in circa 40 minuti di auto (traffico permettendo), bus o metro, il Newark è più lontano ed è necessario attraversare “l’imbuto” del Lincoln Tunnel per raggiungere Manhattan. Ciò significa lunghi tempi di percorrenza, traffico e tariffe – di taxi, treni e bus – decisamente più alte.
In volo verso New York

In volo verso New York, Lower Manhattan

Vivere New York low cost: trasporti da e per aeroporto

Il taxi è sicuramente la scelta più rapida ed indolore (tariffe a parte) per raggiungere Manhattan, le quote giornaliere si aggirano sui 50 $ dal JFK e 75$ dal Newark. Ricordate che nella fascia notturna aumentano del 30% circa.

Se avete con voi bagagli pesanti e non avete compagni con cui dividere la spesa del taxi potete optare per i NYC Airporter Bus che collegano i principali punti della città con il JFK, il La Guardia (aeroporto locale dove arrivano principalmente voli nazionali) ed il Newark.

Si tratta di navette e mega bus che con una spesa di 34$ A/R (andata e ritorno) vi conducono nel giro di un paio d’ore nelle zone più turistiche di Manhattan, garantendo poi un ulteriore collegamento verso gli hotel vicini.

La soluzione più economica (ma anche scomoda e poco pratica se si hanno molti bagagli) è sicuramente quella dell’AirTran JFK, un treno automatico che collega l’aeroporto con la fermata metro di Jamaica, per poi proseguire sulla metropolitana per il centro città. Il prezzo dell’AirTrain è di 5$ a cui va aggiunto il biglietto della metropolitana, 3$.

New York low cost: i NYC Airporter Bus

Vivere New York low cost: muoversi a New York

Parole d’ordine metrocard e scarpe comode, lasciate perdere i taxi. Al massimo, se proprio avete fretta potete valutare di servirvi di Uber.

Appena arrivati in città recatevi in una fermata della metropolitana e acquistate una metrocard.

Si tratta di una sorta di abbonamento metro ricaricabile o illimitato che vi permetterà di risparmiare un bel pò sul numero di corse effettuate sia in metropolitana che sulle linee di bus cittadini. Qui trovate tutte le informazioni necessarie in merito alle tipologie, alla durata, ai prezzi ed alle ricariche.

Vivere New York low cost: hotel e appartamenti

Gli alloggi a Manhattan sono cari, è un dato di fatto.

Gli hotel soprattutto ma anche gli appartamenti, specie se in zone strategiche, hanno il loro costo.

Valutate quindi di soggiornare in altri quartieri – altrettanto suggestivi e magari più local – come Brooklyn o Astoria nel Queens, Long Island City o Harlem nella zona a sud verso Central Park o Lower Manhattan, ricordandovi sempre di scegliere anche in base alla presenza di una fermata metro vicina. In modo da poter raggiungere le locations turistiche sempre e comunque in pochi minuti.

New York low cost: la metro

Vivere New York low cost: street art per tutti

New York è un museo a cielo aperto, e non alludo solo alle attrazioni più famose che si incontrano camminando per la città.

Parlo di una serie di bellissimi percorsi tematici di street artist – gratuiti e costantemente aggiornati – che potete seguire attraverso più quartieri della città.

The Bushwick Collective, Williamsburg, Brooklyn, Wellington Court (Queens), le facciate degli edifici della Houston, tra Lafayette e Bowery Street, le bellissime installazioni artistiche sulle pareti della nuova tratta metro della Second Ave e molti altri ancora.

Si tratta di veri e propri progetti di recupero urbanistico che passano attraverso la street art.

Graffiti e murales che raccontano storie, vicende e personaggi della città e di cui è possibile sapere di più se si ha la fortuna di incontrare artisti al lavoro, di solito ben disposti a raccontare il loro percorso e le tematiche affrontate.

New York low cost: street art a Bushwick

Vivere New York low cost: musei ed attrazioni

New York ed i suoi musei, un legame indissolubile.

Bellissimi e talvolta costosi, con tariffe d’ingresso che vanno dai 10 ai 20$ a persona.

Impossibile arrivare in città e non decidere di visitarne almeno un paio, magari in base ai gusti, alle passioni ed al tempo a disposizione.

Un consiglio prezioso per risparmiare?!

Prima di organizzare la vostra visita controllate sempre sul sito ufficiale dei singoli musei, di solito nella pagina visit, hours & admissions oltre agli orari di apertura e a alle tariffe sono segnati i giorni in cui è possibile accedere gratuitamente o dietro un’offertapay as you wish – di solito a partire da 1$.

Qui trovate elencati 10 musei tra i più rappresentativi con relativi accessi gratuiti o con varie scontistiche.

Musei a New York: il MoMA

Vivere New York low cost: ristoranti, diner, market e food trucks

Credetemi, se vedeste la sera dove finiscono gli stand ambulanti di hot dog e panini (i trucks color argento che trovate ad ogni angolo di strada) cambiereste subito idea sul quel particolare, economicissimo cibo di strada che nulla a che fare con i veri Food Trucks di cibi etnici e local che si concentrano in diverse zone della città all’orario di pranzo.

 Cliccando qui trovate un elenco completo per zone, costantemente aggiornato.

Detto questo, alcuni consigli utili per risparmiare:

  • Nella scelta dell’hotel valutate anche le soluzioni con colazione inclusa. Un full breakfast in un diner a Manhattan si aggira sui 10/15$ a persona, mentre la spesa per un cappuccino con cupcake in una bakery o da Starbucks varia dagli 8 ai 10$.
  • Ricordate che nei ristoranti il servizio al tavolo include oltre alle tasse anche le gratuity, ovvero le mance, che vanno calcolate da un minimo del 10% ad un massimo del 20% sul conto finale.
  • Diverso il discorso per le catene di fast food con self service (non pensate necessariamente a McDonald’s, esistono anche marchi di distribuzione di cibo pronto green e low fat) o i diner dove è possibile anche fare l’asporto, il cosiddetto take-away.
  • Valutate anche la possibilità di fare spesa nei market – Walgreens, Whole Foods Market, 7 Eleven – dove è ormai possibile trovare di tutto a prezzi decisamente vantaggiosi e magari pranzare nei parchi della città o cenare in camera, considerato che gli hotel di media categoria a Ny non hanno nessun problema in merito.

Qui trovate altri utili suggerimenti ed indirizzi testati di diner e ristoranti da non perdere.

Mangiare a New York: Mexican Grill, il mio Bowl a scelta

Vivere New York low cost: esplorare Manhattan e gli altri boroughs

Non fermatevi a Manhattan!

Utilizzate la vostra metrocard ed esplorate gli altri Boroughs della città che hanno tantissimo da offrire, spesso e volentieri gratis.

Parlo di Brooklyn, del Queens, di Harlem, persino del Bronx o della più lontana Staten Island, cliccate sui singoli nomi per leggere itinerari dettagliati con fermate metro e tappe.

Si tratta di quartieri affascinanti ed originali che si stanno progressivamente aprendo al pubblico, tutti raggiungibili con un biglietto della metropolitana o addirittura senza spendere nulla, nel caso di Staten Island.

New York low cost: la vista su Lower Manhattan dallo Staten Island Ferry

Vivere New York low cost: lo shopping

La prima cosa che dovete sapere é che a New York su ogni singolo capo di abbigliamento al di sotto dei 110 dollari non si pagano le tasse, lo stesso discorso purtroppo non vale per gli accessori quindi scarpe, borse, cinture, occhiali, etc.

Evitate di fare acquisti di souvenir ed altro nelle zone cosiddette più turistiche, quelle tra Times Square e la parte alta della 5th Ave per intenderci. Spostatevi lungo la 6th e la Broadway, troverete una serie infinita di shops mono-marca e piccoli outlet in cui acquistare Levi’s, Converse All Stars ed abbigliamento di vario genere a prezzi più vantaggiosi.

New York low cost: shopping conveniente al Century21

E non dimenticate di dedicare almeno un paio d’ore al Mall dello shopping cittadino per eccellenza, il Century 21.

Qui trovate informazioni dettagliate per raggiungere tutti i luoghi sopracitati ed anche alcuni Outlet Mall fuori città, ottimizzando tempi di percorrenza e spesa.

 

17 Comments

  1. Daniela ha detto:

    Purtroppo non ci sono ancora stata, però concordo con te, fermarsi a Manhattan è riduttivo!

  2. Giovanni Diana ha detto:

    Complimenti, una guida alternativa e al tempo stesso esaustiva.

  3. flavio ha detto:

    Stiamo pensando ad una vacanza a New York nella seconda meta del mese di luglio,
    siamo due famiglie con quattro persone ciascuna.Non ci dispiacerebbe fare un salto alle cascate del Niagara.
    Mi sai dare qualche consiglio ?
    Grazie.

    • Simona Sacri ha detto:

      Ciao Flavio!
      Potreste noleggiare un minivan e organizzare un piccolo on the road da New York di 2/3 gg attraverso Buffalo, Cascate del Niagara e Toronto e ritornare per Albany ed Hudson Valley o acquistare l’escursione di gruppo di due giorni da Nyc.

  4. Il tuo blog, Simona, sta diventando la mia Bibbia per l’organizzazione del viaggio negli States! Spero non ti dispiaccia se, mentre leggo, prendo appunti…ma sei una risposta a tutte le mie domande!
    Grazie di cuore,
    Claudia B.

  5. MARIA GRAZIA ha detto:

    Simona ciao, sto organizzando il nostro viaggio in USA (il 4°), il fatidico coast-to-coast e sto prendendo molti spunti dal tuo sito fantastico.
    Una domanda si può pagare con il bancomat e/o la postpay?

    Grazie mille!

    • Simona Sacri ha detto:

      Si si può, ricorda però che per il noleggio auto e la copertura in hotel devi comunque avere la carta di credito e che soprattutto nei piccoli centri è buona norma avere sempre con sé del contante.
      Buon viaggio!!

  6. daniele borbotti ha detto:

    ciao,vorremmo andare a ottobre,secondo te una settimana in due con 3000 euro ci riusciamo?con visita alle cascate…..thanxxx

    • Simona Sacri ha detto:

      Ciao Daniele! Se includete le cascate del Niagara dovete aumentare il budget, senza direi che con le giuste attenzioni ci potete stare

    • Manu lamura ha detto:

      2 persone per una settimana dovrai calcolare almeno 4000 euro a meno che non mangi la spazzatura e dormi per terra negli ostelli e non fai nemmeno un tour..

      • Simona Sacri ha detto:

        In ottobre, prenotando per tempo, con 1500 euro a testa, organizzando l’itinerario in autonomia (ed a Nyc muoversi da soli è assolutamente fattibile) ci stanno. Io vado spesso in quel periodo, volo Emirates da Milano sui 400 a/r hotel a Midtown in camera per due per 5/6 gg prenotato in anticipo siamo sui 1000 euro, volendo fuori Manhattan con una metro vicina si può scegliere una buona struttura e risparmiare qualcosina. Mai mangiato spazzatura e dormito in ostello, e non ho nulla contro gli ostelli. Restano le metrocard (30$ unlimited per 7 gg), i pasti (possono ottimizzare pranzando da Chipotle e/o altre catene “organiche”, di solito sui 10$ per pax a pasto e magari fare spesa da Whole Food) ed il City pass 6 attrazioni, direi che ci stanno dentro.
        Buona giornata!

    • merello roby ha detto:

      basta che vai in un ristorante a mangiare,sali su un grattacielo,fai una gita o escursione e siete già fuori budget!!considera l’assicurazione sanitaria,in 2 circa 150/200 euro,le mance obbligatorie.Puoi optare 2/3 giorni a New York e cambiare destinazione.Adesso con quella cifra fai veramente poco fidati.Ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti