Da Tokyo a New York, metropoli a confronto

Pearl Harbor, Hawaii, la Corazzata Arizona vista dalla USS Missouri
Da Hiroshima a Pearl Harbor, viaggio nella storia
dicembre 3, 2014
Il teschio alato di Santa Maria delle Anime del Purgatorio
Napoli segreta, breve itinerario
dicembre 15, 2014
Show all

Da Tokyo a New York, metropoli a confronto

New York, in teleferica verso Roosevelt Island

New York, in teleferica verso Roosevelt Island

Una é alla continua ricerca di un equilibrio perfetto tra una cultura votata alla tradizione ed un futuro quasi troppo avveniristico, ossessionata dalla grandezza e dalla perfezione (e talvolta dall’emulazione), inserita in un rigido schema di regole al quale reagisce, specie nel campo artistico, con un’impressionante esplosione di fantasia, in multicolor aggiungerei.

Tokyo, vista della Tokyo Tower dalla Mori Tower

Tokyo, vista della Tokyo Tower dalla Mori Tower

L’altra non ha schemi né equilibrio, é il frutto della caparbietà e dell’ingegno, non ha passato (non quanto ne vorrebbe) e, troppo impegnata a vivere il presente, non si preoccupa poi molto del futuro. Poco incline alle regole ed alla perfezione, aperta a tutto e a tutti, fa dell’originalità e della creatività i suoi punti di forza.

Vive, ama, crea, assapora, consuma tutto sempre come fosse l’ultima volta.

New York, in teleferica verso Roosevelt Island

New York, in teleferica verso Roosevelt Island

Tokyo e New York due metropoli, due stili di vita, due modi di essere.

Avere la possibilità di vederle entrambe nel giro di poche settimane mi ha offerto l’occasione preziosissima di individuarne le peculiarità ed i contrasti, filtrandone, sempre attraverso i miei occhi, l’essenza.

Quello che più colpisce e resta di Tokyo non sono tanto gli edifici avveniristici, la tecnologia o il culto della tradizione ma il mix ben dosato di tutti questi elementi assieme.

Passeggiare da una zona all’altra della città é quasi come compiere allo stesso tempo e senza alcuna fatica un percorso unico ed irripetibile nel suo passato e nel suo futuro.

Tokyo, quartiere di Asakusa, tra futuro e tradizione

Tokyo, quartiere di Asakusa, tra futuro e tradizione

Tokyo, ragazze in Kimono al Senso-Ji

Tokyo, ragazze in Kimono al Senso-Ji

E riguardo a New York?

Si può amarla intensamente o detestarla dal primo momento… quel che é certo é che questa città non lascia in alcun modo indifferenti.

Il caos, la vita che scorre ininterrottamente nei visi e nei gesti (diversi per tratti ed abitudini) delle persone che la popolano, l’eterno tendere verso qualcosa, il continuo rincorrere un sogno.

Scatti dalla comunità tibetana di New York

Scatti dalla comunità tibetana di New York

Curiosando nei negozietti di Brooklyn Heights

Curiosando nei negozietti di Brooklyn Heights

Nonostante l’indiscusso fascino di Tokyo, per me the city sarà sempre New York, la città dai mille volti che ha fatto della sua multiculturalità e dell’insindacabile unicità la sua arma vincente.

E per voi?

10 Comments

  1. Anna ha detto:

    Io non ho visto ne l’una ne l’altra ma conoscendomi mi sento piu’ vicina al tuo pensiero. Questo non toglie che vedere Tokyo oltre che Ny sarebbe bellissimo.

    • Simona ha detto:

      Infatti io non escludo Tokyo, anzi… e’ una citta’ molto singolare che merita non solo di esser vista ma anche “approfondita”!
      New York e’ la mia citta’, il luogo in cui mi sento a casa…

  2. Mattia ha detto:

    Io non ho visto ne Tokyo ne New York ma a giudicare dai racconti delle persone ed amici che ci son stati ed anche dai tuoi direi per il mio modo di essere, New York
    Tra l’altro ci andro’ a febbraio x la prima volta, non vedo l’ora

  3. New York per me é casa…quindi non posso che dire che sicuramente, pur non avendo visto Tokyo, per me rimarrà sempre LEI.
    Ma la cultura e al tempo stesso la modernità di Tokyo mi ispirano tantissimo

  4. daniele vergani ha detto:

    io le ho viste tutte e due e preferisco tokyo

    • daniele vergani ha detto:

      pulizia ,cortesia ,servizi fantastici ed economici alla faccia di quelli che dicevano che il giappone e’ caro.a new yor ci sono 50 gradi nella subway,per mangiare in un ristorante devi essere ricco ed e pieno di brutta gente quindi anche pericolosa.in giappone si gira dappertutto alle 4 del mattino senza problemi criminalita 0.preferisco il giappone e la sua cultura,giardini,divertimenti templi,abitazioni meravigliose,natura.ma io sono filo jappo oriente.da vedere anche new york per la sua vivacita caos traffico
      ,la citta che non dorme mai, merita una visita prima di morire.

  5. Phil ha detto:

    NYC è il mondo.
    L’energia che ti da è unica.
    Non si finisce mai di scoprirla e si evolve ecambia continuamente.
    Al di la dei luoghi comuni è una metropoli sicura.
    Tokyo si certo è da vedere, ma non regge assolutamente il confronto con una neravigliosa metropoli superba e super-diversificata come new york.
    A NYC si viene assorbiti dalla sua energia e si ci sente subito a casa.
    Attenzione New York crea dipendenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti