• Home
  • /
  • Hawaii
  • /
  • L’isola di Maui, miti, leggende e paesaggi mozzafiato

L’isola di Maui, miti, leggende e paesaggi mozzafiato

Un’antica leggenda polinesiana racconta che Hawaiiloa il navigatore venuto da lontano approdò, stremato da un’estenuante traversata, su una terra incantata circondata da profonde acque cristalline, ricca di vegetazione, frutti ed animali.

Rifocillatosi, grato agli dei di essere giunto sin lì sano e salvo, decise di dare a quella che poi constatò essere una delle otto isole Hawaiane il nome di Maui, il semidio Kupua (per alcuni il suo stesso figlio) che servendosi di un grande amo le aveva create una ad una trascinandole dal fondo dell’Oceano.

Tramonto a Maui

Tramonto a Maui

Ad arrivare oggi sull’isola, magari dopo aver letto di questa e di altre antiche leggende hawaiane, si ha quasi l’impressione che le cose non siano cambiate poi molto.

Dal finestrino dell’aereo, provenendo da Ohau l’isola principale dell’arcipelago, si scorge l’immediato contrasto tra il blu intenso dell’Oceano Pacifico e  la costa rosso-ruggine tipica delle terre vulcaniche, subito sopra un circolo di montagne brulle che sulla sommità sembra trattengano quasi a forza grandi e candide nuvole dense.

I contrasti della costa di Maui

I contrasti della costa di Maui

Proseguendo verso l’interno poco prima di atterrare spunta la vegetazione ricca e rigogliosa della Iao Valley, piccoli corsi d’acqua ed un breve istmo che separa questa parte dell’isola dall’estremità opposta, quella in cui sorge il maestoso e spettacolare vulcano Haleakala, tutto intorno seguendo la linea della costa alcune tra le spiagge più belle del mondo.

Verso Maui

Verso Maui

L’accoglienza, calorosa e sincera come in tutte le isole dell’arcipelago, si unisce alla sorpresa nel constatare che il mare, il sole, la brezza, il surf e le romantiche notti trascorse ad ascoltare in riva al mare la musica dell’Ukulele sono solo il biglietto da visita di una terra spettacolare che cattura attraverso la natura, i paesaggi, la cultura, la gente e le sue affascinanti leggende.

Uno dei luoghi più suggestivi da cui iniziare l’esplorazione di Maui é senza dubbio l’incantevole costa di Ka’anapali, luogo designato in passato come dimora prediletta dei reali hawaiani.

Una lunga striscia di sabbia dorata situata proprio di fronte alla piccola isola di Lana’i con alle spalle una rigogliosa vegetazione che in parte nasconde i resort, i villaggi e le lussuose abitazioni presenti nell’area.

Dalla Black Rock, la famosa roccia di Pu’u Keka’a dalla quale secondo un antichissimo mito hawaiano le anime dei defunti si univano a quelle dei loro antenati tuffandosi in mare al tramonto, la linea di Ka’anapali (lo stesso percorso é effettuato dai pittoreschi vagoni della Lahina Kaanapali & Pacific Railroad, utilizzata a partire dal 1850 per il trasporto della canna da zucchero dalle piantagioni verso la costa) prosegue per 5 km per poi spezzettarsi in piccole calette affollate da surfisti che, intrevallate da interi tratti di roccia vulcanica a strapiombo sul mare, quasi raggiungono la vecchia cittadina portuale della zona.

Black Rock, la roccia sacra di ka'anapali

Black Rock, la roccia sacra di ka’anapali

Ka'anapali al tramonto

Ka’anapali al tramonto

Lahaina, un antico sito reale hawaiano, successivamente divenuto approdo per balenieri (sembra che lo stesso Herman Melville sia arrivato fin qui in cerca d’ispirazione per il suo Moby Dick), marinai e predicatori e trasformata oggi in un’accattivante ed ordinata cittadina turistica con costruzioni storiche, negozi d’artigianato, atelier di eccentrici artisti emergenti, caffetterie e ristorantini tipici.

Da qui partono le numerose escursioni in mare aperto, inclusa quella spettacolare al vulcano sommerso di Molokini, e si organizzano lezioni di diving e surf.

Edifici storici della vecchia Lahaina

Edifici storici della vecchia Lahaina

Accoglienza hawaiana a Lahina

Accoglienza hawaiana a Lahina

Per gli amanti della natura incontaminata e della storia non può mancare una visita alla Iao Valley, la Valle dei Re hawaiani in cui per generazioni sono stati sepolti e nascosti i corpi dei membri delle famiglie reali e dove a metà del ‘700 si consumò la più aspra battaglia per il predominio delle isole. Un luogo sacro, quasi mistico, dove i discendenti puri delle etnie originarie si raccolgono in preghiera per unirsi spiritualmente ai loro antenati.

La valle, completamente immersa nella vegetazione, raggiunge il suo punto più spettacolare nello Iao Needle un altare naturale che si eleva fino a 365 m dal piano di calpestio. Il sentiero che si insinua all’interno della vallata permette di godere di vedute mozzafiato e di raggiungere in breve tempo il Needle.

Benvenuti nella Iao Valley

Benvenuti nella Iao Valley

Lo Iao Needle, il percorso

Lo Iao Needle, il percorso

Verso lo Iao Needle, Iao Valley

Verso lo Iao Needle, Iao Valley

L‘Hakeala National Park sorge invece dall’altra parte dell’isola, superato l’istmo di terra che lo collega alla Iao Valley ed alla zona di Ka’anapali.

Letteralmente la Casa del Sole ovvero il luogo in cui il semidio Maui catturò il sole per costringerlo a regalare a sua madre giornate più lunghe e calde ed a rallentare il suo passaggio sull’arcipelago per almeno sei mesi l’anno.

Praticamente uno dei vulcani più grandi ed imponenti al mondo con un cratere di circa 30 km di circonferenza dal quale all’alba si può assistere ad uno spettacolo davvero unico, un effetto ottico che offre l’illusione che il sole sorga direttamente dal centro della caldera.

Più di 3000 m di altezza che si raggiungono in appena 64 km, con un escursione termica di quasi 20 gradi, un luogo sacro per gli hawaiani da cui nelle giornate limpide si ammirano le altre isole dell’arcipelago. Sede di importanti osservatori astronomici e militari, territorio prediletto del Nène, una rarissima oca delle Hawaii e dell’Ahinahina, una pianta particolarissima capace di restare per ben 20 anni allo stato originario, una corona di foglie argentee, per poi produrre nello spazio di poche ore uno stelo centrale con fiori e foglie, da qui il soprannome silversword.

Nel Leleiwi Overlook, una zona panoramica sul cratere in prossimità del centro visitatori, può capitare con un pò di fortuna di essere testimoni diretti del fenomeno dello Specter of the Brocken ovvero la possibilità, a causa dei gas emanati dal vulcano, di vedere la propria ombra proiettata sul terreno sfumare in un caleidoscopio di colori… quello che gli Hawaiani chiamano Aka ku Anue Nue, ovvero la percezione dell’anima.

Haleakala National Park, una parte del cratere

Haleakala National Park, una parte del cratere

Sulla cima dell'Haleakala, sullo sfondo, oltre le nuvole, Hawaii Island

Sulla cima dell’Haleakala, sullo sfondo, oltre le nuvole, Hawaii Island

Haleakala National Park, il percorso verso la sommità

Haleakala National Park, il percorso verso la sommità

L'Ahinahina o Silversword, la pianta che fiorisce ogni 20 anni

L’Ahinahina o Silversword, la pianta che fiorisce ogni 20 anni

La costa ad est immediatamente sotto l’Haleakala National Park segna il confine tra la Maui più nota e turistica e quella più vera legata alle cittadine tipiche, alle spiaggie ed ai siti più selvaggi, ad uso e consumo dei suoi abitanti e dei pochi fortunati visitatori che si spingono fin qui.

Hookipa Beach, la spiaggia dei windsurfer

Hookipa Beach, la spiaggia dei windsurfers

E’ il caso dell’eccentrica Paia, un piccolo centro abitato dai tempi delle piantagioni e della vicina Hookipa, la spiaggia dei windsurfers, o del Garden of Eden Arboretum e del Botanical Garden zone rurali dall’indiscusso fascino primordiale nelle quali non a caso sono state girate alcune scene di Jurassic Park.

Garden of Eden, Maui

Garden of Eden, Maui

Ripensando ai giorni trascorsi sull’isola, alle leggende conosciute ed alla sacralità dei luoghi, ai paesaggi, alle persone incontrate ed al motto che da sempre accompagna i racconti sull’isola, “non si può dire di avere conosciuto la perfezione se non si é mai stati a Maui”.

Immersa nelle antiche tradizioni hawaiane

Immersa nelle antiche tradizioni hawaiane

Le parole di Theroux acquistano un senso ancora più profondo ed intenso.

Perchè infondo é proprio vero che.. “le Hawaii non sono uno stato della mente, ma uno stato di grazia”.

 

2 Comments

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)


ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"
In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti