Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

Itinerari Stati Uniti su misura: consulenze e servizi personalizzati per viaggi negli USA
gennaio 11, 2024
Laramie Wyoming: cosa vedere e fare nella storica città dell’Old Wild West
febbraio 8, 2024
Show all

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

 

Devils Tower National Monument, Wyoming, cosa vedere e fare: storia, trails e leggende native sul “Bear Lodge”, luogo sacro per i Cheyenne, i Crow, i Kiowa ed i Lakota. Informazioni utili per abbinare la visita del vicino Vore Buffalo Jump.

 

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

 

“C’erano otto bambini, sette sorelle e il loro fratello. All’improvviso il ragazzo rimase ammutolito; tremò e cominciò a correre sulle mani e sui piedi. Le sue dita divennero artigli e il suo corpo fu ricoperto di pelliccia. Immediatamente ci fu un orso dove era stato il ragazzo. Le sorelle erano terrorizzate; corsero, e l’orso dietro di loro. Giunsero al ceppo di un grande albero, e l’albero parlò loro. Ordinò loro di arrampicarsi su di esso, e mentre lo facevano cominciò a sollevarsi in aria. L’orso venne per ucciderle, ma erano appena fuori dalla sua portata. Si impennò contro l’albero e incise la corteccia tutt’intorno con i suoi artigli. Le sette sorelle furono portate in cielo e divennero le stelle dell’Orsa Maggiore.”

(Dalle storie dei Nativi Kiowa)

 

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

Devils Tower, Wyoming: storia e leggende native, da Bear Lodge a Devils Tower National Monument

Le storie ancestrali dei Cheyenne, Crow, Kiowa – che lo chiamavano “Albero di Pietra” – e Lakota narravano di alcune fanciulle inseguite da un grande orso e del Grande Spirito che per proteggerle aveva fatto nascere dalla terra sotto i loro piedi un’immensa torre di pietra, che l’orso pur lasciando numerosi solchi dei suoi graffi su di essa nel tentativo di raggiungerne la cima, non riuscì a scalare. Si dice poi che queste fanciulle, una volta salve, raggiunsero il cielo per tramutarsi in stelle, secondo alcuni le Pleiadi.

Gli Arapaho invece raccontavano di una ragazza-orso che scivolando da un alto pendio aveva graffiato una grande protuberanza rocciosa, dando vita così a Bear Lodge.

Queste le storie relative alla Torre del Grande Orso che a fine ‘800 per un errore di traduzione divenne Torre dello Spirito Cattivo, da qui Devils Tower.

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

Tante storie orali, complesse e suggestive, tramandate di padre in figlio, per mantenere viva la memoria ed il rispetto per uno dei luoghi più sacri del Wyoming per le tribù native locali, che ancora oggi qui compiono riti sacri e mal tollerano la presenza dei numerosi scalatori, a cui è oggi ancora permesso l’accesso da maggio a settembre ad eccezione del mese di giugno, mese in cui le tribù locali compiono alcune importanti celebrazioni religiose.

Un sito talmente mistico ed affascinante nella sua commistione tra natura e spirito da dover essere protetto nei secoli, fu così che il Presidente Theodore Roosevelt lo trasformò nel 1906 nel primo National Monument USA.

Eh si, per i cinefili, fu proprio questo lo sfondo che Steven Spielberg utilizzò per alcune scene cult del film Incontri ravvicinati del terzo tipo del 1977.

Date un’occhiata al video di seguito per saperne di più sulla location e su come furono allestiti i set.

 

 

Devils Tower, Wyoming, cosa vedere e fare: informazioni utili per la visita

 

“Molte persone, molte storie, un solo luogo”

(Devils Tower National Monument – US National Park Service)

 

La Devils Tower, Bear Lodge per i Nativi, è un monolite di basaltico formatosi circa 60 milioni di anni fa in seguito alla spinta di una colonna di magma dal sottosuolo attraverso rocce sedimentarie sovrastanti. L’erosione ha fatto si che l’esterno di questa formazione geologica, nel corso dei millenni, si fratturasse in più colonne fino ad ottenere la singolare forma che noi tutti possiamo ammirare oggi. Questa impressionante “torre di pietra” è alta 386 metri rispetto al piano di calpestio circostante ed ha un’altitudine complessiva di 1559 metri sul livello del mare.

Devils Tower si trova nel nord-est del Wyoming, quasi al confine con il South Dakota, – date un’occhiata agli itinerari dettagliati Wyoming & Montana e North & South Dakota per organizzare al meglio il vostro viaggio nel Great American West – e si raggiunge unicamente percorrendo l’Hwy 24.

Il parco che la circonda è solitamente accessibile tutto l’anno, mentre il Visitor Center ed il centro informazioni sono aperti dalla primavera all’autunno, dal primo mattino al primo pomeriggio. L’accesso al parco, a pagamento, è incluso nel pass America The Beautiful, diversamente il costo è di 15$ a persona, 20$ per motociclo e 25$ per auto (max 4 persone). Maggiori informazioni qui.

Devils Tower cosa vedere e fare

Devils Tower, Wyoming, cosa vedere e fare: luoghi da non perdere e trails 

Una volta entrati fermatevi ad ammirare la Prairie Dog Town sulla destra, qui avrete modo di vedere i simpatici cani della prateria che entrano ed escono dalle loro tante scavate nel terreno.

Subito dopo raggiungete l’area picnic per godervi la vista dalla Circle of Sacred Smoke Sculpture, una scultura dell’artista giapponese Junkyu Muto, in cui viene rappresentato, stilizzato, uno sbuffo del calumet della pace il cui vuoto interno incornicia alla perfezione la Devils Tower, un segno di rispetto nei confronti delle culture native devote a questo luogo.

Devils Tower cosa vedere e fare

Raggiungete infine la base di Bear Lodge attraverso la Devils Tower National Monument Road, qui troverete il parcheggio principale, il Visitor Center con il centro informazioni e l’accesso ai due trails principali.

Il Tower Trail, il più gettonato, che effettua in circa 2 km (un percorso alla portata di tutti) il giro completo del perimetro della torre, regalando visuali estremamente suggestive sul monolite e sulla vallata circostante ed il Red Beds Trail, un trail che segue sempre la circonferenza del monumento solo più lungo, in totale quasi 5 km, e leggermente più impegnativo.

Ricordate sempre che vi trovate in un luogo sacro per molte tribù native, per cui se doveste imbattevi lungo il percorso in nastri di stoffa colorati legati agli alberi ed alle piante, sappiate che si tratta di un particolare cerimoniale spirituale di queste culture legato al Bear Lodge, e quindi non dovete assolutamente toccarli o peggio ancora slegarli.

Devils Tower cosa vedere e fare: storia, trail e leggende dal Bear Lodge al Vore Buffalo Jump

Devils Tower, Wyoming, cosa vedere e fare: Night Sky Viewing

Avete la possibilità, specie se decidete di pernottare nei pressi del National Monument – per me scelta assolutamente consigliata, da prendere in considerazione in tal caso il Devils Tower Lodge – di entrare nel parco anche durante la notte per ammirare l’impressionante volta stellata di questo remoto angolo di Wyoming che qui, grazie alla totale assenza di inquinamento luminoso, da il meglio di sé in termini di luce e brillantezza.

A questo proposito, se interessati, vi invito a consultare il programma del Night Sky Viewing.

 

“Quando il buio cala sulla Devils Tower, un altro tipo di luce illumina il cielo notturno. Questa luce proviene dagli oggetti dello spazio profondo e trasforma la notte da un luogo di oscurità in un luogo di meraviglia.Il cielo notturno ispira anche le vite umane. Le storie orali sulla Torre incorporano la conoscenza tribale delle stelle. Astronomi e fotografi del cielo notturno cercano l’oscurità di parchi come il Devils Tower National Monument, isole di notte in un mondo sempre più luminoso. Quale ispirazione potete trovare ammirando il lato oscuro del primo monumento nazionale?”

(Night Sky Viewing – National Park Service)

 


Il cielo notturno della Devils Tower con la Via Lattea: Photo Credits Devin Cherry per NPS

Un consiglio in più se state organizzando un viaggio in questa zona: il sito archeologico Vore Buffalo Jump

A circa mezz’ora d’auto dalla Devils Tower, verso il confine col South Dakota, è possibile visitare un autentico Buffalo Jump, ovvero un antico sito – una dolina per la precisione – utilizzato dal XVI al XIX sec dai nativi Kiowa, Apache, Shoshone, Hidatsa, Crow e Cheyenne per la tradizionale caccia al Buffalo. Molto prima della caccia con le frecce, i bisonti venivano incanalati nella loro corsa e spinti a cadere in una sorta di cratere, per poi essere finiti e lavorati.

Vore Buffalo Jump

Il sito archeologico in questione è il Vore Buffalo Jump, situato in una posizione strategica tra le Grandi Pianure settentrionali e le Black Hills, che include un piccolo ed interessante museo relativo all’evoluzione socio-culturale nei secoli (possibile in buona parte proprio grazie allo studio delle ossa dei bisonti presenti in situ) delle tribù native che dimoravano in quest’area. Nel corso del tour guidato avrete modo di raggiungere anche il fondo della dolina originale e visitare la grande area di scavo ancora attiva.

Si calcola, in base al numero di ossa recuperate che qui, in circa 300 anni dal 1500 al 1800, siano stati cacciati più di 20.000 bisonti.

La visita guidata dura un’ora, il luogo è facilmente accessibile ed aperto tutti i giorni escluso il Labor Day – sempre meglio controllare date ed orari dei tour guidati sul sito ufficiale – dal 1 giugno alla metà di settembre, dalle 8 alle 18.

Vore Buffalo Jump

Il sito archeologico del Vore Buffalo Jump

Il sito archeologico del Vore Buffalo Jump

Un consiglio in più.

Poco distante – circa 4 km – troverete anche il Northeast Wyoming Welcome Center, il centro visitatori del Wyoming dove potrete rifornirvi di mappe, brochure ed informazioni utili sui percorsi e le esperienze da fare in tutto lo stato. La struttura offre ai visitatori anche delle piccole esposizioni sulla storia del territorio, oltre a caffè, acqua e bagni pubblici gratuiti ed accessibili a tutti. All’esterno sono stati sistemati tavoli e panche per pic nic, la soluzione perfetta per una sosta rilassante prima di riprendere il vostro on the road.

 

 

Per maggiori informazioni in merito al periodo della vostra visita vi invito a consultare il sito ufficiale della Devils Tower National Monument, oltre ai sempre aggiornati Travel Wyoming e The Great American West.

 

 

Esperienza effettuata ed articolo scritto in collaborazione con Travel Wyoming e The Great American West.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti