La mia New York

Nei luoghi dello sbarco in Normandia
ottobre 4, 2012
The American Flag
ottobre 5, 2012
Show all

La mia New York

New York, parlarne non é semplice, visto che in pratica é gia stato detto e scritto tutto.

a Soho

E’ la città che tutti amano e dove tutti vorrebbero vivere, é la città dei sogni, delle speranze e delle aspettative.

Accoglie tutti e non respinge nessuno, é la città dai mille volti dove ognuno può identificarsi in ciò che vuole, é un insieme di razze, usanze e lingue che coesistono quasi sempre pacificamente, é una città americana ma in realtà appartiene al mondo.

La mia New York, quella che preferisco, si snoda lungo la 6° verso sud, lasciandosi alle spalle gli ormai stranoti itinerari turistici.

Per me é la parte più autentica, qui puoi davvero sentirti a casa da qualsiasi parte del mondo tu provenga.

A spasso per Soho..

Mi piace perdermi nelle vie laterali in quel mix di palazzi di fine ‘800, vecchi grattacieli ormai considerati troppo bassi per essere definiti tali, caffetterie e piccoli negozi che ancora sopravvivono alla grande distribuzione.

Amo girare per Soho spulciando nelle gallerie d’arte ricavate dai vecchi capannoni, bere un espresso macchiato solo allo Starbucks e camminare senza meta, alzando ogni tanto il naso all’insù verso la Freedom Tower il mio riferimento per non sconfinare ad est in quella rumorosa e affollata giugla umana che é diventata Chinatown.

Mi piace fermarmi ad osservare qualche scorcio mai notato prima o qualche strano personaggio, incuriosita dal suo bizarro modo di fare, amo entrare nei negozietti degli stilisti emergenti (Soho ne é piena), in cerca dell’accessorio perfetto da portare a casa.

Girovagando x le strade di Soho...

Certo New York é molto altro ancora, ricca di incredibili musei, il Met, il Moma, il Guggenheim e poi c’é Times Square, Broadway, Central Park, la cinematografica Central Grand Station , l’Onu, e poi l’Empire State Building e più giu Wall Street e la tristemente famosa Ground Zero, fino a Buttery Park e a Liberty Island.

Non basterebbe un libro per descriverla tutta ma qui, tra queste righe, c’é la mia New York, si insomma la parte che più mi assomiglia.

Il mio punto di riferimento a Manhattan... The Freedom Tower!!

Un

Il mio percorso... a New York!!!

 

Di seguito qualche guida cartacea per organizzare al meglio la “vostra” New York.

 

 

 

5 Comments

  1. Barbara ha detto:

    Visitare New York è sempre stato un mio sogno e probabilmente resterà tale ma il tuo racconto mi aiuta a vivere, dal comodo del mio divano, un po di quel sogno!!! Racconta ancora……………………………..

  2. Luca ha detto:

    Ciao Simona, bellissimo blog che ci è stato segnalato da Roberta Brini. Stante la tua passione, saremo infinitamente lieti se tu venissi a vedere il nostro sito e, nel caso ti piacesse, decidessi di entrare nella nostra community e magari di pubblicare qualche tuo bel racconto di viaggio da mettere a disposizione anche dei nostri utenti e visitatori. In tutti i casi ti rinnoviamo i complimenti…oltre a farti i nostri più cari saluti da Viaggimiraggi.it

  3. Lucia - Respirare con la Pancia ha detto:

    Per un lungo periodo sono stata attratta da altri posti, ma ultimamente ho un richiamo fortissimo per New York. Tanti sogni nel cassetto.. 🙂 Grazie Simo, di cuore, per il tuo modo di raccontare con passione un Paese a cui sei così legata. Un abbraccio Lucia

    • simona sacri ha detto:

      Grazie a te Lucia per le tue parole.
      Amo gli Stati Uniti in maniera profonda, sono anni che ci vado eppure non riesco a smettere di esplorarli, quello che piu’ mi attrae e’ che pur essendo composti da cosi’ tanti stati ed etnie riescono a rimanere uniti sotto un’unica grande bandiera, c’e’ un senso di nazione e dovere che invidio e che tanto vorrei per il mio paese!!
      New York poi… per me e’ come una seconda casa, non esiste un altro luogo al mondo in cui io mi senta cosi’ a mio agio!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti