Chicago, una città da “arte pubblica” e non solo

Visitare la New York Public Library, piccolo ed affascinante gioiello della vecchia Nyc nel cuore di Manhattan
novembre 27, 2013
Barcellona, scoprite con me la Sagrada Familia
dicembre 4, 2013
Show all

Chicago, una città da “arte pubblica” e non solo

Chicago, bella, elegante, culturalmente impegnata ed affascinante.

Facile intuire, sin dalle mie prime ore passate a girovagare per il centro, che fosse una cosiddetta città da cartolina, considerati soprattutto i numerosi luoghi simbolo presenti in downtown sufficienti, una volta fotografati, a riempire gli album dei professionisti più esigenti.

Quello che non sapevo invece e che ho scoperto addentrandomi nella giungla urbana del Loop, il quartiere degli affari, in pratica il centro pulsante della vita cittadina, é che Chicago é una metropoli “da arte pubblica” gratuita e decisamente sorprendente.

Basti pensare che nel 1978 il Chicago City Council approvò un’ordinanza tutt’ora in vigore secondo la quale una parte dei fondi raccolti per l’organizzazione urbana doveva essere destinata al restauro delle opere d’arte già presenti e all’acquisto di nuove.

Così passeggiando per il Loop si può “correre il rischio” di imbattersi in un Picasso, Untitled realizzato nel 1967, su precise indicazioni dello stesso artista da un’acciaieria dell’Indiana.

Untitled, Picasso

O in un Mirò,una scultura alta quasi 13 metri riproducente una sorta di grande Madre Terra ribattezzata Chicago.

Chicago, Miro'

O in una splendida composizione di Chagall, the Four Season, un mosaico composto da migliaia di minuscole tessere di vetro e pietra, donato dall’artista alla citta negli anni’70.

Four Season, Chagall

O ancora nell’imponente Flamingo, una scultura in ferro, completamente rossa, dell’artista Alexander Calder che volutamente si contrappone alla facciata lineare ed anonima del palazzo federale.

Flamingo, Alexander Calder

O anche in una singolare opera dell’artista Jean Dubuffett, Monument With Standing Beast, affettuosamente ribattezzata dagli abitanti di Chicago, e per questo particolarmente amata dai bambini, Snoopy nel Frullatore.

Monument With Standing Beast...

E poi come non nominare il famosissimo The Bean, il “fagiolo gigante” che fa bella mostra di sè poco fuori il Loop nel Millennium Park.

The Bean

Io aggiungerei, tra le esposizioni temporanee, anche la scultura di Marylin Monroe di Seward Johnson, presente in città nel periodo della mia visita proprio all’ingresso del Magnificent Mile, davanti la Tribune Tower.

Aggiornamento: dal 2014 la statua di Marylin non è più a Chicago, è stata spostata a Palm Springs, in California.

La

E potrei davvero continuare all’infinito.

Insomma una città tutta da scoprire, dentro e fuori, un’ elegante metropoli americana che ha fatto della cultura, dell’arte e dell’estetica il suo fiore all’occhiello.

13 Comments

  1. Daniel Saintcall ha detto:

    A vedere da queste foto Chicago ha più opere di noi . Ci sono opere bellissime e che valgono moltissimo in modo storico e culturale . Sicuramente una città da viditare e de vedere con calma e tranquillita .

  2. Tina Di Benedetto ha detto:

    Non conosco una persona che ne parli male…vorrei presto visitarla

    • simona sacri ha detto:

      Chicago e’ davvero una citta’ bellissima, elegante, colta, affascinante una via di mezzo tra la grande metropoli americana e la raffinata capitale europea… presto parlero’ della sua architettura, un altra “chicca” da conoscere specie se si vuole organizzare un viaggio…

  3. Norma ha detto:

    Hai descritto bene Chicago, mi piace come ne parli.
    Ormai la conosco bene, appena posso faccio la pendolare tra Milano e Chicago dove abita mio figlio, o almeno non abita proprio a Chicago ma ad Evanston, la cittadina universitaria a 30 minuti dal centro di Chicago.
    Hai ragione, Chicago dà tanto, c’è molto da vedere ed in tutte le volte che ci sono stata, 7 in poco più di 2 anni, ho sempre trovato tante cose nuove da scoprire.
    Adesso mi sto appassionando ai Botanic Park, sono davvero belli ma ho ancora un bel po’ di musei ecc ecc.
    Nei miei post ho anche descritto la vita quotidiana di una cittadina italiana negli Stati Uniti, la spesa, il girovagare, i mercati ed altro ancora.
    Attendo con ansia il mio prossimo viaggio che sarà verso Pasqua.
    Ciao
    Norma

  4. Luigi ha detto:

    Ciao visiterò Chicago a metá settembre ed ho in programma tre notti. Ho visto prezzi molto alti per il mio budget, avete qualche hotel o mi consigliate una zona comoda con i mezzi pubblici, dove soggiornare? Simona,hai pubblicato altri articoli sulla windCity?

    • Simona Sacri ha detto:

      Purtroppo sia nel loop che sul magnificent Mile i prezzi sono abbastanza altini.
      Prova a cercare all’Hampton Majestic Inn Chicago. Diversamente ti conviene allontanarti dal downtown, che puoi raggiungere facilmente con i mezzi pubblici. la zona del South loop é più conveniente, ad esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti