• Home
  • /
  • East Coast
  • /
  • Georgia on the road, inseguendo il mito di “Via col Vento”

Georgia on the road, inseguendo il mito di “Via col Vento”

Chi mi segue lo sa, la mia esplorazione degli States va ben oltre gli itinerari stranoti e la scoperta delle grandi città (che figuriamoci sono assolutamente da non perdere), segue il filo conduttore delle tradizioni, della multiculturalità, della letteratura e della loro incredibile evoluzione storica, fatta di momenti (più o meno) epici, situazioni al limite e grandi epopee.

Perchè gli Stati Uniti seppur relativamente giovani hanno una storia intensa e ricca di colpi di scena.

Una storia fatta di eventi che in più di un’occasione sono stati rievocati magistralmente, ad hoc aggiungerei, in indimenticabili romanzi e grandi produzioni cinematografiche, come in una sorta di gigantesca sponsorizzazione delle proprie origini in multicolor (eh si, in merito all’autopromozione ne avremmo da imparare da loro).

Locandina del film nel suo 70th anniversario

Locandina del film Gone with the wind nel suo 70th anniversario

E’ il caso di un libro/film cult che a distanza di quasi 80 anni ancora accumula ristampe ed ascolti incredibili in prima serata tv, Via col Vento, e della sua indimenticabile autrice Margaret Mitchell.

Margaret Mitchell

Margaret Mitchell

Tre vicende, una di vita vissuta, quella di Margaret, una storica, quella della Guerra Civile, ed una romanzata, quella di Via col Vento, che si intrecciano nel vecchio sud degli States, più precisamente nella calda ed ospitale Georgia.

Se siete appassionati di epopee letterarie, di favolose dimore antebellum e di salti nel tempo, di storia americana e di luoghi insoliti o semplicemente cercate un tour on the road in Georgia, originale ed alternativo, seguitemi in questo inconsueto itinerario, studiato e vissuto in prima persona, inseguendo il mito di Via col Vento.

Frasi di Margaret Mitchell all'interno della casa

Frasi di Margaret Mitchell all’interno della sua casa di Atlanta

Il tour non può che iniziare da Atlanta, l’affascinante capitale della Georgia, più precisamente nella zona di midtown al n.990 di Peachtree Street, in un piccolo appartamento al piano terra di una dimora storica, più volte risistemata, in stile Tudor.

Qui visse per ben 10 anni della sua vita, in compagnia del suo secondo marito, Margaret Mitchell e fu tra queste anguste mura che, ancora sconosciuta ed in ristrettezze economiche, scrisse il romanzo che le regalò la fama planetaria Gone with the Wind, Via col Vento appunto.

Margaret Mitchel House

Margaret Mitchel House

L'ingresso al museo della casa di Margaret Mitchell

L’ingresso al museo della casa di Margaret Mitchell

Oggi l’intero pian terreno dell’edificio é dedicato alla scrittrice ed al romanzo, sono esposte le copertine di tutte le prime edizioni distribuite nei più disparati paesi del mondo, diari, oggetti personali, piccoli cimeli legati al film, alcune pagine autografe del romanzo e la macchina da scrivere utilizzata da Margaret nella stesura di Via col Vento.

E’ possibile inoltre assistere ad un interessante filmato di 30 minuti sulla nascita del mito del libro e del film.

Frasi di Margaret Mitchell all'interno della casa

Tutte le prime edizioni di Via col Vento, tradotte nelle varie lingue

La prima edizione italiana di Via col vento

La prima edizione italiana di Via col Vento

Margaret Mitchel, bozze e correzioni

Margaret Mitchel, bozze e correzioni

L’appartamento, dalle dimensioni davvero ridotte e che la stessa Mitchell chiamava sarcasticamente la discarica, é composto da due piccole stanze, un bagno, un cucinotto ed un patio. Sparsi sulle suppellettili alcuni oggetti personali recuperati nel corso del tempo dalla fondazione legata al nome della Mitchell.

La visita guidata dura circa un’ora ed é ricca di aneddoti ed informazioni utili per comprendere lo stretto legame autobiografico tra Margaret e la sua Scarlett O’Hara, per noi Rossella.

Lo scrittoio e la macchina da scrivere di Margaret Mitchel nella sua casa di Atlanta

Lo scrittoio e la macchina da scrivere di Margaret Mitchel nella sua casa di Atlanta

Il biglietto d’ingresso costa 11 dollari ma usufruendo di alcuni tckets cumulativi si può acquistare l’Atlanta City Pass che permette di visitare tutte le attrazioni della città con uno sconto del 40%.

A sud di downtown, poco dopo il quartiere afroamericano di Sweet Auburn ed i siti storici dedicati a Martin Luther King, si incontra il vecchio Oakland Cemetery.

Oakland Cemetery, l'ingresso

Oakland Cemetery, l’ingresso

Se non fosse per il fatto che si tratta di un cimitero in piena regola lo si potrebbe quasi definire un luogo incantato, la location perfetta per l’ambientazione di qualche film o serie dell’800, perchè in questo sito sacro decisamente al di fuori del tempo e dello spazio, il 90% delle sepolture risale proprio a quell’epoca.

Oakland Cemetery, informazioni storiche

Oakland Cemetery, informazioni storiche

Oakland Cemetery, le tombe delle vittime della Guerra Civile

Oakland Cemetery, le tombe delle vittime della Guerra Civile

Ci sono le grandi tombe delle ricche famiglie di proprietari terrerieri, l’area dedicata ai caduti della Guerra Civile, la zona degli schiavi neri e la piccola casina ottocentesca del Visitor Center in cui un attempato custode vi fornirà una piantina e tutte le informazioni necessarie per raggiungere la tomba di Margaret Mitchell, che chiese espressamente, pochi giorni prima della sua prematura scomparsa in seguito alle ferite riportate da un incidente stradale, di essere sepolta qui nella tomba di famiglia.

La tomba di Margaret Mitchell

La tomba di Margaret Mitchell

Ironia della sorte Margaret Mitchell non ebbe modo di godere a pieno della fama, degli onori e delle ricchezze provenienti dal suo romanzo perchè morì non ancora cinquantenne nel 1949.

Se volete farvi un’idea di come doveva essere la vita ai tempi delle piantagioni, ai tempi di Via col vento per intenderci e della Guerra Civile, allora é il caso di effettuare una sosta allAtlanta History Center, pochi chilometri a nord di midtown (anche questo ingresso rientra nel ticket cumulativo del City Pass).

Atlanta History Museum

Atlanta History Museum

Qui troverete una serie di edifici storici perfettamente restaurati relativi al quotidiano, alle attività ed ai rapporti sociali nell’Atlanta di Rossella O’Hara.

Per gli appassionati di storia merita la segnalazione all’interno del sito di uno dei più completi ed interessanti musei, comprensivo di una moltitudine di cimeli e documenti, inerente la Guerra Civile Americana, un vero e proprio filo conduttore attraverso le vicende storiche che fanno da sfondo al romanzo della Mitchell.

Una delle splendide dimore dell'Atlanta History Museum

Una delle splendide dimore dell’Atlanta History Museum

Come in Via col vento, Atlanta History Museum

Come in Via col vento, Atlanta History Museum

Nella vecchia Atlanta

Nella vecchia Atlanta

Ma veniamo al libro, ed al film, vero e proprio.

La prima cosa che dovete sapere e son son certa che per molti sarà una cocente delusione, é che Tara, la casa degli O’Hara, e l’incantevole parco che avvolge la proprietà delle 12 querce non sono mai esistiti nella realtà.

La facciata della casa di Rossella fu costruita frettolosamente negli Studios di Los Angeles mentre lo sfondo da favola delle 12 querce proveniva da un bozzetto su tela creato ad arte per rendere l’immagine ancora più idilliaca, proprio come descritto nel libro della Mitchell.

Detto questo, spostandosi di poco dal centro di Atlanta é facilissimo imbattersi in dimore storiche originali che non hanno nulla da invidiare a quella di Scarlett O’Hara, la Georgia, così come l’intero sud degli States, ne é piena.

A poche decine di chilometri da Atlanta, in direzioni opposte rispetto al centro, si trovano due deliziose cittadine Jonesboro e Marietta.

L'ingresso al museo di Marietta

L’ingresso al museo di Marietta

Due antiche realtà storiche locali che hanno davvero conosciuto e vissuto gli eventi di Via col vento e così in entrambe sono sorti due interessanti musei legati all’epopea letteraria e cinematografica di Gone with the Wind.

A Jonesboro si trova il Road to Tara Museum, al 104 di North Main Street, il museo che celebra la strada verso Tara ovvero il percorso di Scarlett che fugge da Atlanta in fiamme per tornare alla sua Tara, la cui collocazione geografica secondo il romanzo era proprio in questa zona, e poco distante la Stately Oaks, una residenza in stile (visitabile anche all’interno) risalente al 1839.

A Marietta invece, circa 30 km dalla capitale, in una cornice d’altri tempi considerato che la cittadina é di per se un gioiellino ottocentesco, é possibile visitare il più ricco ed interessante museo relativo al film, il Gone with the Wind Museum. Se avete intenzione di andarci o solo di togliervi la curiosità, vi consiglio di dare un’occhiata al sito che di per sè merita una visita per l’originalità e l’immedesimazione.

Il museo contiene una quantità impressionante di oggetti legati al film, foto, abiti di scena, copioni e, una vera chicca per gli amanti del genere, il vestito originale che Scarlett indossa al ritorno da Charleston dopo aver sposato Rhett.

L'abito di Rossella O'hara di ritorno da Charleston

L’abito di Rossella O’hara di ritorno da Charleston

Il Gone with the wind Museum di Marietta

Il Gone with the wind Museum di Marietta

Inoltre presso il Visitor Center sono distribuite gratuitamente cartine in cui sono segnate le dimore storiche, le piantagioni e tutti gli itinerari, rigorosamente originali, legati al periodo storico e alle locations del film.

Ultima meta, forse un pò più distante ma meritevole di una tappa, e non solo per l’itinerario relativo a Via col vento, é la cittadina di Savannah a circa 300 km da Atlanta.

Avete presente la petulante Zia Pittipat di Savannah che ospita Rossella e Melania durante l’assedio della città?

Una delle splendide dimore antebellum di Savannah

Una delle splendide dimore antebellum di Savannah

Questo piccolo centro é catalogato nel Registro Nazionale Americano dei luoghi storici come la città (una delle più antiche degli Stati Uniti, tra l’altro) con il più alto numero di dimore d’epoca originali.

Savannah, Georgia

Savannah, Georgia

Basterà fare due passi per le stradine acciottolate del centro, illuminate al crepuscolo dalla luce dei lampioni a gas, o attraverso i numerosi parchi stando attenti alle carrozze con i cavalli che ancora passano lungo le vie principali per ritrovarsi come per magia nel mondo di Via di col Vento.

Camminando per le vie di Savannah

Camminando per le vie di Savannah

I giardini pubblici di Savannah

I giardini pubblici di Savannah

 

Rhett… if you go, where shall I go, what shall I do?

Frankly, my dear, I don’t give a damn.

(Gone with the wind, Scarlett and Rhett)

 

8 Comments

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)


ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"
In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti