Isola del Giglio in due giorni, la guida: cosa vedere, dove dormire

4 Luglio negli USA: cos’è e come si festeggia l’Independence Day
giugno 23, 2021
Grand Tour Italia: storia, tappe e consigli per organizzarlo oggi
luglio 13, 2021
Show all

Isola del Giglio in due giorni, la guida: cosa vedere, dove dormire

Visitare Isola del Giglio in due giorni: come muoversi, cosa vedere, dove dormire

 

Visitare Isola del Giglio in due giorni: guida completa. Come arrivare, come muoversi, cosa vedere e dove dormire. Informazioni pratiche e consigli utili per organizzare al meglio l’esplorazione ed il soggiorno.

 

Visitare Isola del Giglio in due giorni: come muoversi, cosa vedere, dove dormire

 

La Toscana oltre le colline, i filari di viti, gli ulivi, i palazzi, la storia, la cultura e le opere d’arte, è la natura incontaminata, i profumi e l’acqua cristallina dell’Isola del Giglio.

Il luogo perfetto per trascorrere alcuni giorni in totale relax – dalla tarda primavera a fine estate – tra mare, spiagge, fari, sapori autentici e vecchi borghi senza dover intraprendere viaggi interminabili e sopratutto con costi decisamente accessibili.

Di seguito una mini guida dettagliata – basata come sempre sull’esperienza personale – per organizzare al meglio la visita. Calcolate che due giorni sono più che sufficienti a vedere buona parte dei luoghi dell’isola, incluse le spiagge, a voi la scelta se prolungare il soggiorno ed il relax al mare per qualche giorno in più.

Visitare Isola del Giglio in due giorni: come muoversi, cosa vedere, dove dormire

Visitare Isola del Giglio in due giorni: come arrivare

L’Isola si trova nella punta meridionale dell’Arcipelago Toscano, a circa un’ora di traghetto da Porto Santo Stefano.

Ed è proprio da Porto Santo Stefano che partono le due uniche compagnie di navigazione che effettuano numerose corse al giorno per Giglio Porto, la Toremar e Maregiglio, che prosegue poi anche per la vicina ed incantevole Isola di Giannutri.

Potete consultare i rispettivi siti e prenotare la vostra A/R in base agli orari disponibili, valutate che ogni giorno ci sono partenze quasi ogni ora dalle 6 alle 19. Qui trovate il pdf delle partenze/arrivi.

Visitare Isola del Giglio: come arrivare

Visitare Isola del Giglio in due giorni: come muoversi

Parola d’ordine, scooter!

L’isola è attraversata da 22 chilometri di strade e sterrati in un saliscendi di colline ed alture attraverso aree boschive e naturalistiche, vigneti, e suggestivi scorci a picco sul mare.

Noleggiare uno scooter è senza ombra di dubbio la soluzione più pratica – gli autobus di linea hanno poche fermate ed orari decisamente scomodi – per spostarvi in libertà sull’Isola, in questo modo avrete modo di raggiungere qualsiasi località in breve tempo e senza problemi di parcheggio, visto che le aree adibite alla sosta auto sono limitate.

Come muoversi sull’Isola, in scooter!

Il consiglio è di lasciare l’auto a Porto Santo Stefano nel parcheggio custodito Fanciulli, il migliore come prezzi, anche in questo caso meglio riservare il vostro posto auto per tempo se viaggiate in alta stagione, e di ritirare lo scooter appena sbarcati a Giglio porto.

Io ho prenotato lo scooter presso Noleggio Scooter Andrea e non ho avuto alcun problema. Verificate comunque sempre prima il funzionamento con un veloce giro nelle strade vicine.

Come muoversi sull’isola, in scooter!

Visitare Isola del Giglio in due giorni: cosa vedere, breve itinerario

Di seguito il luoghi e le esperienze imperdibili da fare sull’isola.

  • Giro “romantico” dei fari: Faro delle Vaccarecce, Faro del Fenaio e Faro di Capel Rosso. Valutate che per raggiungerli è necessario percorrere a piedi dal parcheggio alcuni sentieri sterrati, specialmente per il Faro di Capel Rosso, quindi sempre meglio avere con voi scarpe chiuse, o comunque adatte alla situazione.
  • Giro delle spiagge: ce ne sono davvero tante, alcune più facilmente accessibili, altre meno. Cannelle, Campese, Cala del Lazzaretto e Arenella sono in assoluto le mie preferite. Sul sito ufficiale del turismo del Giglio trovate la descrizione di tutte le altre spiagge e calette dell’isola.
  • Giro in barca attorno all’isola, da prenotare prima del vostro arrivo a Giglio Porto, potreste rischiare – anche in bassa stagione – di non trovare più disponibilità una volta arrivati sull’isola.

Visitare Isola del Giglio: cosa vedere, breve itinerario

Visitare Isola del Giglio in due giorni: cosa vedere, breve itinerario

Visitare Isola del Giglio: cosa vedere, breve itinerario

  • Escursione giornaliera all’Isola di Giannutri. Un vero e proprio paradiso naturalistico di 3 km per 500 m con i resti di una Villa Romana del I-II sec d.C.
  • Passeggiata ed aperitivo a Giglio Castello, un antico borgo medievale a 405 metri sul livello del mare. Da non perdere la visita della Chiesa di San Pietro Apostolo, un giro per le stradine ed i negozietti del centro, la vista mozzafiato sulla costa e il panino con il capocollo maremmano all’Alimentari Zancanella.
  • Cena (e passeggiata serale) a Giglio Porto, rigorosamente alla trattoria Da Meino.
  • Prima di lasciare l’isola non dimenticate di far scorta di cantucci gigliesi al vecchio forno Con le mani in pasta, sempre a Giglio Porto.

Visitare Isola del Giglio: cosa vedere, breve itinerario

Visitare Isola del Giglio in due giorni: cosa vedere, breve itinerario

Visitare Isola del Giglio: cosa vedere, breve itinerario

Visitare Isola del Giglio in due giorni: dove dormire

L’offerta di alloggi all’Isola non è molto ampia, pochissimi resort, alcuni B&B e 273 hotel di Charme.

Quindi se avete intenzione di pernottare in un periodo di alta stagione molto meglio prenotare, anche qui, per tempo.

La mia scelta – consigliatissima – è caduta su La Guardia Hotel, a Giglio Porto.

Dove dormire sull’Isola, Hotel La Guardia!

Una struttura nuova e di charme, direttamente sul mare, in una posizione tranquilla ma a due passi dalla passeggiata serale e dai negozietti di Giglio Porto. Camere di design e buonissima prima colazione solitamente inclusa nel prezzo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti