Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento

Carroll Gardens cosa vedere: guida al quartiere più “local” di Brooklyn
giugno 23, 2022
Dove mangiare a Washington DC: il Chili half-smoke di Ben’s Chili Bowl
luglio 13, 2022
Show all

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento

 

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: dal 19 marzo al 31 luglio 2022 la Fondazione Palazzo Strozzi ed i Musei del Bargello invitano appassionati e turisti a visitare la nuova mostra Donatello, il Rinascimento, interamente dedicata ad uno degli artisti italiani più apprezzati ed influenti ed al confronto con altri famosi “maestri”, tra cui Brunelleschi, Masaccio, Andrea Mantegna, Raffaello e Michelangelo.  Informazioni sulla mostra e consigli utili per prenotare l’esperienza.

.

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento

 

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

 

“Le mostre a lui intitolate finora sono state fatte perlopiù esponendo copie o limitando la scelta degli originali a pochi pezzi.

Donatello, forse il più audace scultore di ogni tempo, è un artista con una fortissima vocazione monumentale, anche quando lavora nei piccoli formati.

Ritrovare nelle sale di Palazzo Strozzi e del Bargello numerose opere che stanno tuttora nei grandi spazi delle chiese e delle piazze, o che vi stavano in origine, invita i curatori e il pubblico all’esperienza entusiasmante di ricollocare idealmente questi capolavori nei loro contesti antichi, immaginando gli effetti ogni volta sconvolgenti che Donatello fu in grado di attivare nei suoi contemporanei.”

(Francesco Caglioti – Curatore della Mostra)

 

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento

2 sedi, 14 sezioni espositive, 130 opere tra sculture, dipinti e disegni provenienti da 50 tra i più prestigiosi musei del mondo.

Questi i numeri di quella che può essere – a ragione – definita una delle più grandi ed intense mostre su Donatello.

Un’esposizione che si si sviluppa seguendo un unico filo conduttore da Palazzo Strozzi al Museo Nazionale del Bargello, col fine di raccontare “lo straordinario percorso di uno dei maestri più importanti e influenti dell’arte italiana di tutti i tempi, a confronto con capolavori di artisti come Brunelleschi, Masaccio, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Raffaello e Michelangelo”.

Curata da Francesco Caglioti, professore ordinario di Storia dell’Arte medievale presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, la mostra permette di comprendere come Donatello, scultore e pittore prediletto della famiglia Medici, abbia segnato in maniera determinante, dagli esordi alla maturazione artistica, l’evoluzione della storia dell’arte occidentale, mettendo l’Uomo e la condizione umana al centro di ogni cosa, in tutta la profondità delle sue sfumature ed emozioni, attraverso l’utilizzo di idee e soluzioni figurative innovative che hanno contribuito a rigenerare la stessa idea di scultura, unendo scoperte sulla prospettiva e dimensione psicologica dell’arte.

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

 

A Palazzo Strozzi, la mostra ricostruisce l’itinerario artistico di Donatello attraverso cento capolavori quali il David in marmo e l’Amore-Attis del Bargello, gli Spiritelli del Pergamo del Duomo di Prato, i bronzi dell’altare maggiore della Basilica di Sant’Antonio a Padova, oltre a numerose opere in prestito dai più importanti musei del mondo come il Louvre di Parigi o il Metropolitan Museum di New York. Per la prima volta nella storia, escono dal loro contesto originario opere quali il celebre Convito di Erode del Fonte battesimale di Siena e le straordinarie porte della Sagrestia Vecchia di San Lorenzo a Firenze, che rappresentano alcuni dei quattordici restauri realizzati in connessione con la mostra.

L’esposizione continua al Museo Nazionale del Bargello nel Salone di Donatello, che ospita tra gli altri il San Giorgio e il David di bronzo in dialogo con altre celebri opere. Le ultime sezioni della mostra illustrano l’influenza fondamentale che Donatello ebbe sull’opera degli artisti della Maniera Moderna e oltre, attraverso una serie di confronti inediti.

(Incipit alla mostra – Palazzo Strozzi)

 

Donatello, il Rinascimento è promossa ed organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi e dai Musei del Bargello di Firenze, in collaborazione con gli Staatliche Museen di Berlino ed il Victoria and Albert Museum di Londra.

 

 

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, informazioni e prenotazioni

La mostra è aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 20, il giovedì dalle 10 alle 23, fino al 31 Luglio 2022.

La prenotazione non è obbligatoria anche se considerato il periodo estivo, di grandissima affluenza, è altamente consigliata.

Mostre a Palazzo Strozzi, Firenze: Donatello, il Rinascimento, l’esposizione

Il mio suggerimento per organizzare l’esperienza in sicurezza, così come tutte le altre visite e percorsi tra Firenze e dintorni, ed effettuare così anche una scelta più consapevole che permetta di entrare in contatto con le risorse umane reali del turismo locale, è quello di affidarsi per la prenotazione della visita a Destination Florence, unico sito ufficiale della città che porta avanti collaborazioni dirette con i migliori operatori del territorio, oltre a teatri, musei e partner del comune.

 

Clicca qui per prenotare il tuo biglietto per la mostra Donatello, il Rinascimento!

 

 

 

Articolo scritto in collaborazione con Destination Florence.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti