• Home
  • /
  • Europa
  • /
  • A Napoli si mangia in “Tripperia”, benvenuti a Le Zendraglie alla Pignasecca

A Napoli si mangia in “Tripperia”, benvenuti a Le Zendraglie alla Pignasecca

Se decidete di trascorrere un week end a Napoli, non potete assolutamente farvi scappare l’occasione di pranzare – festivi inclusi – in questa tipica e particolarissima trattoria e tripperia napoletana, Le Zendraglie di Fiorenzano alla Pignasecca.

Si tratta di un piccolo spazio, ricavato alle spalle di una storica tripperia, con pochi tavoli, apparecchiati con l’essenziale, tovaglia a quadretti, fiaschetto di vino, e l’immancabile cestino col pane napoletano, buonissimo.

Le Zendraglie, l’ingresso

Antonio e la sua signora – proprietari de Le Zendraglie – vi introducono ai piatti del giorno, tutti davvero gustosi e molto curati, anche nella presentazione, consigliandovi in base al vostro appetito.

Si può spaziare dagli antipasti tipici con friarielli, carciofi, panzarotti e polpette, ai primi, incredibili combinazioni di pesce o di carne, al Baccalà con le verdure, alle alici coi peperoni.

Tra tutti troneggia lo spaghetto ai  purpetielli, freschissimi.

Antonio li ordina al pescatore il giorno prima, li pulisce e li cucina secondo la più tipica tradizione napoletana… io li ho provati e posso affermare, senza ombra di dubbio, che sono nà meraviglia!

Spaghetti con i

Le Zendraglie, Spaghetti con i “Purpetielli”

Le Zendraglie, grigliata mista di pesce

L’ambiente ridotto de Le Zendraglie consente la “socializzazione” tra i commensali e così si intavolano picevolissime chiacchierate con clienti abituali, turisti stranieri e passanti che acquistano la trippa al banco esterno.

Insomma un mix irresistibile a cui si aggiunge la simpatia e la disponibilità dei gestori!

I prezzi sono davvero alla portata di tutti, con circa 20 euro si mangia e si beve in abbondanza. La trattoria si trova, immediatamente a ridosso del centro storico, nel popolare e caratteristico quartiere di Montesanto, alla Pignasecca come dicono qui.

Un’esperienza particolare, gustosa e allegra… degna di quel variopinto microcosmo che é la città di Napoli.

Napoli insolita: il golfo, “dove mare e cielo sembrano congiungersi”

 

“Napule è ‘nu paese curioso: è ‘nu teatro antico, sempre apierto.

Ce nasce gente ca’ senza cuncierto scenne p’ ‘e strate e sape recità”

(Eduardo De Filippo)

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)


ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"
In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)

ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"

In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)


error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti