• Home
  • /
  • Itinerari Cinematografici
  • /
  • 5 Viaggi da fare nel 2019: spunti, consigli ed itinerari per scoprire gli USA più autentici, insoliti e sorprendenti

5 Viaggi da fare nel 2019: spunti, consigli ed itinerari per scoprire gli USA più autentici, insoliti e sorprendenti

In Inglese

5 viaggi da fare nel 2019 negli Stati Uniti: una selezione di itinerari – in parte insoliti e decisamente originali – per scoprire gli States più autentici e sorprendenti

Fine anno, per molti tempo di bilanci.

Per me – e soprattutto per i tantissimi viaggiatori appassionati di States come me – tempo di iniziare a pensare alle esperienze di viaggio da fare nel nuovo anno.

Tempo di valutare nuovi itinerari e percorsi, e di farsi coinvolgere da festività e celebrazioni particolari che potrebbero rendere ancor più speciale ed autentica la permanenza negli USA.

Tempo di raccontarvi dei 5 viaggi da fare nel 2019 negli USA, con una serie di idee e consigli frutto della mia ormai ventennale “esperienza sul campo”, e di alcuni eventi unici ed imperdibili a cui prendere parte.

5 Viaggi da fare nel 2019: consigli ed itinerari per scoprire gli USA più autentici

 

“L’America non è come una coperta – un pezzo di tessuto intero, dello stesso colore,

con la stessa trama, la stessa dimensione.

L’America è più simile a una trapunta – molte toppe, molti pezzi, molti colori,

molte dimensioni, tutti tessuti e tenuti insieme da un filo comune”

(Henry Martin Jackson)

 

5 Viaggi da fare nel 2019: on the road sulle strade della musica – e della storia – americana, da Chicago a New Orleans

Anche il 2019 per gli States sarà un anno dedicato alla musica, alle sue mille sfumature ed alla diversità creativa delle differenti etnie che li popolano, con un’attenzione particolare alle locations ed ai siti, soliti e soprattutto insoliti, da scoprire ed esplorare.

Brand USA celebra questo mood con uno speciale video dell’artista Aloe Blacc dedicato agli svariati generi musicali nati negli Stati Uniti, la voce narrante è di Morgan Freeman.

 

 

“Tra i tanti on the road da effettuare negli Stati Uniti ce n’è uno che mi emoziona particolarmente.

Un itinerario speciale che ho avuto la fortuna di effettuare più volte e che racchiude in sé tanti piccoli percorsi ed esperienze differenti, quello che molti chiamano la Strada della musica, da Chicago a New Orleans.

Un viaggio meraviglioso ed insolito alla scoperta delle radici della musica americana – alludo al blues, al jazz, al rock, al country e a molto altro – e della storia legata al Mississippi River ed al vecchio Sud degli States, tra piantagioni antebellum, campi di cotone, leggende e soul food.

Cosa fare a Chicago: camminare per il Millennium Park con foto ricordo al “The Bean”

Scoprire New Orleans: musica in Royal Street

Circa 2000 km, dalle grandi città ai piccoli centri, attraverso ben 5 stati – Illinois, Missouri, Tennessee, Mississippi e Louisiana –  sfondi suggestivi, paesaggi indimenticabili e tre strade storiche che si intersecano in modo da poter esser percorse a tratti.

La Great River Road, che segue tutto il corso del Mississippi dal Minnesota alla Louisiana, la Blues Hwy 61 che accompagna l’intero tragitto da Chicago a New Orleans, e l’antico sentiero indiano che collega Nashville a Natchez, la Natchez Trace Parkway”.

Clicca qui per l’itinerario completo, tappe ed informazioni incluse.

Itinerari Stati Uniti: da chicago a New Orleans, il Mississippi State

Graceland, sulla tomba di Elvis

Viaggio nel Mississippi Delta, Clarksdale

5 Viaggi da fare nel 2019: le locations da visitare per celebrare il 50° anniversario dell’uomo sulla Luna

Il 20 luglio 2019 saranno 50 anni.

50 anni da quella prima, emozionante ed indimenticabile passeggiata sulla Luna, quando gli astronauti della Missione Apollo 11 Neil Armstrong prima e Buzz Aldrin poco dopo, coordinati da Micheal Collins nel Modulo di Comando, misero piede sulla Luna bloccando – letteralmente – il mondo intero davanti ad una radio per seguire in diretta l’allunaggio ed ascoltare le prime parole di Armstrong… “Questo è un piccolo passo per un uomo, ma un grande passo per l’umanità”.

Per molti di noi un’emozione provata solo attraverso i libri ed i filmati d’epoca.

Emozione che può essere rivissuta visitando alcune delle locations della NASA in cui si svolsero i momenti più salienti della “corsa alla Luna”.

Magari ammirando dal vivo il Saturn V (il razzo delle Missioni Apollo), il LEM con cui Armstrong e Buzz allunarono, rivivendo nelle sale comandi originali le missioni più emozionanti e scoprendo i luoghi in cui gli astronauti vennero “preparati” alla Luna.

Houston Space Center, l'accesso alla sala comandi di Apollo 13

Houston Space Center, l’accesso alla sala comandi di Apollo 13

L'originale sala comandi di tutte le Missioni Apollo

Houston, Lyndon B. Johnson Space Center. L’originale sala comandi di tutte le Missioni Apollo

Cape Canaveral, Kennedy Space Center, Florida

NASA, Kennedy Space Center, Cape Canaveral, Florida

Di seguito una lista dei siti USA più significativi, tutti visitabili – molti data la loro posizione geografica possono essere facilmente inseriti in un on the road negli States – con link di approfondimento su cui cliccare per scoprire i dettagli della visita e le curiosità.

Cosa visitare in Arizona di insolito e particolare: Meteor Crater National Landmark

5 Viaggi da fare nel 2019: tutta la bellezza e le emozioni di un on the road alla scoperta del Northern Pacific

Un road trip insolito e bellissimo attraverso i due stati principali del Northern Pacific, l’Oregon ed il Washington State.

Un viaggio che può essere ampliato aggiungendo anche parte del Northern California e del Canada Occidentale.

Tour Stati Uniti: un insolito (e bellissimo) viaggio nel Northern Pacific

“Perchè decidere di intraprendere un viaggio nel Northern Pacific?! 

Per i panorami e per la natura più “selvaggia” ed incontaminata che proprio in questi territori sembra aver dato il meglio di sé.

Per le strade a picco sull’Oceano Pacifico, le piccole cittadine lungo la costa, i fari e le comunità di pescatori ed al tempo stesso per quelle di cowboys, agricoltori e boscaioli dell’interno, per ripercorrere i sentieri tracciati dai pionieri, come l’Oregon Trail, e ritrovarsi nel bel mezzo del nulla ad ammirare cieli stellati, albe e tramonti diversamente inimmaginabili.

Per le culture dei nativi locali, così uniche ed affascinanti ed al tempo stesso così differenti da quelle delle tribù più note del South West e per le tante locations cinematografiche legate ad indimenticabili serie tv e film cult.

Per i Parchi e i Monumenti Nazionali, veri e propri spettacoli della natura, come l’Olympic National Park, Mount Rainier, le Painted Hills, Crater Lake e tanti altri luoghi sorprendenti che ancora – purtroppo o per fortuna – non sono presenti nei testi e nei suggerimenti delle guide turistiche più utilizzate”.

Clicca qui per l’itinerario completo, tappe ed informazioni incluse.

Tour Stati Uniti: itinerario di viaggio nel Northern Pacific

10 cose da fare a Seattle e dintorni: godersi un pomeriggio al Pike Place Market

5 Viaggi da fare nel 2019: U.S. Virgin Islands, i Caraibi “americani” che non ti aspetti

Le Isole Vergini USA rinascono, si rialzano e si riaprono al turismo internazionale dopo il periodo terribile attraversato a causa delle devastazioni dell’Uragano Irma nell’autunno del 2017.

Con uno sforzo incredibile nel giro di un anno sono tornate al loro splendore. Quale migliore occasione – per i viaggiatori appassionati di States insoliti – per visitare (e quindi supportare) questo spettacolare Territorio USA?!

Visitare St. Croix: the Buccaneer Beach

“Perché scegliere di visitare le US Virgin islands?!

Per il turchese e l’azzurro ed il blu del mare che le circonda, ovvio.

Per la sabbia – in alcuni tratti finissima, in altri granulosa – delle sue bianchissime spiagge, tra cui ben tre annoverate tra le 10 più belle al mondo dal National Geographic, per una tra le più spettacolari barriere coralline dei Caraibi, per il clima caldo (generoso persino in estate) e per il sole che riesce sempre “a spuntarla” sui brevi, rinfrescanti temporali che le attraversano nel periodo delle piogge.

Per la natura incontaminata, che proprio su queste isole sembra abbia voluto dare il meglio di sé.

Per le colonizzazioni che si sono avvicendate, per le rivolte degli schiavi neri delle antiche piantagioni che hanno portato in queste terre – ancor prima che in America – all’abolizione della schiavitù, evento che ancora oggi si festeggia durante l’Emancipation Day.

Per l’epopea dei pirati e dei corsari che hanno fatto di queste isole il loro approdo per anni e per ciò che questo ha comportato nel corso dei secoli, letteratura e filmografia inclusa.

Per il crogiuolo di culture e tradizioni, un mix di etnie e sapori”

Clicca qui per il reportage completo, isola per isola, tappe ed informazioni incluse.

Cosa vedere a St. Thomas: Megen’s Bay Beach

What to see in St. John: view of Trunk Bay

Visitare St. Croix: Cruzan Rum Distillery

5 Viaggi da fare nel 2019: da New York all’Hudson Valley per celebrare il 50° anniversario di Woodstock

Il 2019 per gli USA sarà un anno di celebrazioni.

Dopo quello dell’uomo sulla Luna, in agosto – precisamente dal 15 al 18 – ricadrà un altro importante 50° anniversario da festeggiare, questa volta dedicato agli appassionati di “rock… peace and love”.

Quello relativo al Festival di Woodstock, svoltosi nel 1969 nella piccola cittadina rurale di Bethel, nello Stato di New York.

Woodstock (photo credits ulstercountynyrealestate.com)

5 Viaggi da fare nel 2019: da New York all’Hudson Valley per celebrare il 50° anniversario di Woodstock

Tour fuori New York: Bethel, il campo in cui si svolse il festival del 1969, poi detto di Woodstock

Il più grande raduno che la storia del rock ricordi!

Non molti sanno che sia Woodstock, la deliziosa cittadina resa famosa dal concerto, e la piana di Bethel dove si tenne il concerto vero e proprio sono a circa tre ore d’auto da New York, splendidamente incastonate nella spettacolare Hudson Valley.

Hudson Valley, scorci autunnali

Tour fuori New York: Hudson Valley, scorci autunnali

Il suggerimento è quello di organizzare un road trip di 2/3 giorni da new York – qui l’itinerario completo – per scoprire l’intera zona, ricca di luoghi da esplorare, e visitare Woodstock, magari proprio durante le celebrazioni del 2019.

Qui trovate informazioni sulle date del festival e sui i biglietti.

Lascia un commento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)


ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"
In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
E' semplice. Ti assicuro che non riceverai SPAM :)

ISCRIVITI E SCARICA "New York Ghost Tours"

In omaggio per te il mio ebook sui luoghi più "posseduti" e spettrali di New York, un itinerario insolito, originale ed emozionante.
Che aspetti?! NON RICEVERAI SPAM, promesso! Solo informazioni utili e dettagliate per i tuoi viaggi negli States ;)


error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti