Notte nel Sahara: esperienza, ricordi, emozioni ed impressioni della vita – e della notte – sulle dune dell’Erg Chebbi in Marocco

Cracovia… storia, mistero e leggenda
ottobre 22, 2012
Il viaggio é sempre una scoperta
ottobre 24, 2012
Show all

Notte nel Sahara: esperienza, ricordi, emozioni ed impressioni della vita – e della notte – sulle dune dell’Erg Chebbi in Marocco

Notte nel Sahara: ricordi, emozioni ed impressioni della vita – e della notte – sulle dune dell’Erg Chebbi in Marocco

 

Dio ha creato le terre con i laghi e i fiumi perché l’uomo possa viverci.
E il deserto affinché possa ritrovare la sua anima”

(Proverbio Tuareg)

Sahara al sorgere del sole

Notte nel Sahara: dalla Kasbah Xaluca all’oasi di Erfoud

 

“Dio ha creato le terre con i laghi e i fiumi perché l’uomo possa viverci.

E il deserto affinché possa ritrovare la sua anima”

(Proverbio Tuareg)

In Marocco é possibile vivere un’esperienza da mille e una notte.

Nella parte più vicina al confine con l’Algeria, attraverso le bellissime dune dell’Erg Chebbi si accede al deserto del Sahara.

Si parte in piena notte con il  fuoristrada dalla Kasbah Xaluca ad Erfoud, una vera e propria oasi, ed attraverso un percorso davvero molto accidentato si arriva alla porta del Sahara algerino.

Giunta a destinazione, non molto agilmente devo ammettere, salgo su un dromedario che mi conduce alla volta del deserto.

Nel freddo e nel buio della notte in sella al mio nuovo compagno di viaggio  intraprendo un traballante saliscendi sulle prime dune, accompagnata dalle flebili luci dei bivacchi e dal suono di canti Berberi in lontananza.

Notte nel Sahara: aspettando l’alba sulle dune dell’Erg Chebbi

Dopo circa un’ora o più, non riesco a quantificare il tempo é come se non avesse piu’ molta importanza in questo momento, mi fermo in cima ad una duna nel bel mezzo del nulla, o almeno così credo.

sul "mio" dromedario

Seduta con la mia guida marocchina, scaldandata dal fuoco di un bivacco, aspetto e osservo il cielo stellato che non é mai stato così vicino e le stelle, tantissime, che non sono mai state così brillanti… é  l’ambientazione perfetta per ascoltare le storie di questa terra, le sue tradizioni, le sue leggende.

All’improvviso i colori cambiano, le prime luci dell’alba ancora deboli mi mostrano uno spettacolo nuovo e bellissimo, il deserto del Sahara in tutto il suo splendore é intorno a me e forse anche dentro di me.

Con le sue mille dune che in un gioco di chiaro-scuro cambiano continuamente colore e man mano che il sole sale si evidenziano sempre più contrastando l’azzurro deciso del cielo.

Sahara...

E’davvero un momento unico e purtroppo come tutte le cose incredibilmente belle e speciali, dura davvero poco, in un attimo il sole é gia alto ed é ora di ripartire.

La mia guida mi fa scivolare con un tappeto giù per la duna dove il mio dromedario aspetta per riportarmi al campo base.

Verso casa...

Notte nel Sahara: letture per prepararsi all’esperienza

 

“Chi percorre il deserto scopre in se stesso una calma primitiva

(nota anche al più ingenuo dei selvaggi), che è forse la stessa cosa della Pace di Dio”

(Bruce Chatwin)

 

 

4 Comments

  1. Tina Di Benedetto ha detto:

    conosco molto bene anche io lo xaluca 😉

  2. alberto ha detto:

    esperienza bellissima, io avevo pernottato a Erg Chegaga, in tutto il deserto nel raggio di km eravamo solo noi 3 e i nostri 5 simpatici amici beduini. Da ripetere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti