Welcome to Nashville, the Music City

This isn’t Dallas, it’s Nashville!

They can’t do this to us here in Nashville!

Let’s show them what we’re made of. Come on everybody, sing! Somebody, sing!

(dal film Nashville, 1975)

 

Se New Orleans ha il Jazz, il Blues e l’indimenticabile Bourbon Street e Memphis il Rock, lo Swing e la folle Beale Street… allora Nashville, con la sua caotica Broadway Street, può essere tranquillamente considerata la regina della Country Music.

Welcome to Nashville...

Difficile condensare in poche parole le sensazioni di un soggiorno nella capitale del Tennessee.

Dal clima, piacevolmente caldo, alla gente, decisamente accogliente, alla musica, assolutamente coinvolgente, al cibo, sinceramente gustoso, magari un po’ troppo se si è di stomaco delicato, anche se un “tantino” pesante. Mai sentito parlare del piccantissimo pollo fritto, piatto tipico della zona?

Dall’atmosfera, totalmente coinvolgente, allo stile, immensamente kitsch (non immaginereste mai la varietà di stivali e cappelli, rigorosamente country, che si possono trovare nei suoi negozi), alle notti, piacevolmente interminabili.

Passeggiando in Broadway street...Nashville nights...Nashville nights

Qui si parla di musica, si ascolta musica e si visitano, come in pellegrinaggio, i luoghi sacri legati all’epopea del country americano.

Come il mitico Ryman Auditorium, giustamente soprannominato The Mother Church of Country Music, la storica sala da concerti del Grand Ole Opry, che ha fatto la storia di questo genere musicale, basti pensare che qui hanno suonato star del calibro di B. B. King, Elvis Presley, Sheryl Crowe e Bob Dylan, ed il fantomatico Studio B della Radio Corporation of America’s, dove sono stati registrati i loro brani più famosi.

L'ingresso del Ryman Auditorium...The Ryman Auditorium

Country Music Hall of Fame

Non si può di certo esimersi, poi, dalla visita alla Country Music Hall of Fame & Museum.

Una specie di gigantesco tempio a forma di tastiera di pianoforte in cui sono conservati i cimeli, manco a dirlo, delle più grandi star del Country, con tanto di stelle incise – stile Hollywood – nel percorso antistante l’ingresso.

Printers Alley

Giornate intense che lasciano spazio a lunghe nottate di musica e svago sulla Broadway così come in Printers Alley, un pittoresco vicolo del downtown, decisamente piccolo, caratterizzato dalla presenza di una serie di locali in stile Bourbon Street in voga sin dagli anni’40.

Cose che capitano a Nashville

Una vera e propria sbornia di musica, emozioni e divertimento.

Angoli di Nashville

Puro stile

Per di più gli appassionati di storia americana, di Guerra Civile (Nashville assieme a Memphis fu a lungo occupata dall’esercito dell’Unione) e di due dei suoi più illustri personaggi – il Presidente Andrew Jackson, una sorta di eroe nazionale del Tennessee, e l’esploratore Davy Crockett  possono scoprire le collezioni inedite e gli oggetti originali esposti nel ricco ed interessante Tennessee State Museum.

Per non parlare poi delle antiche piantagioni – visitabili in giornata – situate nei dintorni della città (circa 20 km dal downtown), The Hermitage (appartenuta allo stesso Presidente Jackson) e  The Belle Meade Plantation.

 So, welcome to Nashville, the Music City.

7 Comments

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti