Montagna Pistoiese in estate: itinerario Abetone e borghi, esperienze tra storia e natura

Tour Firenze rinascimentale: itinerario nei luoghi più iconici della città
agosto 1, 2022
Show all

Montagna Pistoiese in estate: itinerario Abetone e borghi, esperienze tra storia e natura

Montagna Pistoiese in estate: itinerario Abetone e borghi, esperienze tra storia e natura

 

Montagna Pistoiese in estate: un breve ed intenso itinerario tra Abetone, Cutigliano, Maresca, Campo Tizzoro e Calamecca. Esperienze da fare e curiosità da scoprire tra storia, tradizioni, eventi e natura.

 

Montagna Pistoiese in estate: itinerario Abetone e borghi, esperienze tra storia e natura

 

La Toscana che non ti aspetti.

Quella che si sviluppa attorno alla Montagna Pistoiese e che regala esperienze, scoperte e sorprese che vanno ben oltre “la montagna”.

Quella dei piccoli borghi medievali, delle rievocazioni storiche, delle feste di paese, degli osservatori e dei parchi dove poter ammirare il cielo ed un’infinità di stelle nelle fresche notti d’estate.

Quella dei sentieri, dei bunker, dei musei, dei ponti sospesi e dei racconti della memoria.

Dai luoghi e dalle storie della Linea Gotica del versante Tirreno, alla visita della storica fabbrica SMI, la più grande società metallurgica italiana, nata nel 1910 sul modello delle industrie di Henry Ford a Detroit e divenuta famosa per la produzione di proiettili e materiale bellico durante i due conflitti mondiali oltre che delle monete dell’Euro nei primi anni del 2000, e dei suoi ingegneristici e “misteriosi” rifugi sotterranei.

Ed ancora, quella magica dei passi e dei percorsi della Val di Luce, nei pressi dell’Abetone, tra sentieri, erbe, more, lamponi e laghi glaciali, e naturalmente quella imperdibile delle degustazioni, dei taglieri toscani e dei sapori veri.

Di seguito un itinerario di 3 giorni, che ho personalmente testato – qui trovate l’intero racconto del viaggio nelle Instagram Stories – e che consiglio vivamente per la bellezza dei luoghi, per la genuina accoglienza e per la varietà dell’offerta turistica, con tutte le indicazioni ed informazioni utili per poter organizzare e godersi al meglio un weekend d’estate sulla Montagna Pistoiese.

Montagna Pistoiese in estate: itinerario Abetone e borghi, esperienze tra storia e natura

Montagna Pistoiese in estate: cosa fare e vedere

Un percorso organizzato in collaborazione con Tuscany Mountain che ho personalmente seguito e testato nel corso di un weekend, fattibile quindi nell’arco di 3 giorni (non di meno) facendo base a Cutigliano.

Di seguito tappe ed esperienze in ordine di percorrenza dall’Abetone a Campo Tizzoro.

Nordic Walking in Val di Luce, Abetone – We Love Abetone

Il Comune di Abetone, o l’Abetone come viene più semplicemente definito, è considerato il comprensorio turistico montano più importante della Toscana. Un’area abbastanza grande fruibile sia d’inverno che nelle altre stagioni dell’anno, grazie ad una variegata offerta di esperienze e sentieri escursionistici.

Assieme al team di guide esperte di We Love Abetone, il portale turistico ufficiale della zona che offre servizi di alto livello ed informazioni aggiornate sul soggiorno, sugli eventi e sulle cose da fare, ho avuto la possibilità di effettuare un’escursione di Nordic Walking in Val di Luce, una splendida camminata dalla funivia al Lago Piatto, fino al Rifugio del Passo d’Annibale, a 1800 metri.

Montagna Pistoiese in estate: Nordic Walking in Val di Luce, Abetone – We Love Abetone

Montagna Pistoiese in estate: Nordic Walking in Val di Luce, Abetone – We Love Abetone

Montagna Pistoiese in estate: Nordic Walking in Val di Luce, Abetone – We Love Abetone

Il consiglio, per organizzare al meglio il vostro soggiorno sulla Montagna Pistoiese e sull’Abetone, è quello di scegliere e prenotare tour ed esperienze direttamente sul sito ufficiale di We Love Abetone, qui troverete, oltre a guide esperte e preparate, un’ampia scelta di percorsi di Nordic Walking, trekking in diurna, tramonto e notturna e tour e-bike per l’estate ed altrettante interessanti proposte per l’inverno.

Montagna Pistoiese in estate: Nordic Walking in Val di Luce, Abetone – We Love Abetone

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Quello relativo ai luoghi ed alle storie della Linea Gotica in Italia è un argomento che – chi mi legge da un pò lo sa bene – mi sta particolarmente a cuore, ho scritto e raccontato tantissimo del versante orientale della Linea Gotica, tra Marche e Romagna, ed ho anche creato un tour dedicato ai siti principali ed ai cimiteri di guerra, lo trovate qui.

Di conseguenza, aver avuto la possibilità di esplorare una piccola parte della Linea Gotica sul versante opposto mi ha entusiasmata non poco, anche perché devo riconoscere che il team che cura l’intero progetto ha fatto un incredibile lavoro di ricerca, catalogazione e rispetto della memoria storica.

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo permette di effettuare un emozionante ed illuminante viaggio a ritroso nel tempo alla scoperta dei luoghi, dei personaggi e degli eventi che fecero di questa zona un luogo di terribili scontri, ma anche di grandi storie ed atti di umanità e coraggio, a cavallo del ’44 e del ’45, con il passaggio degli Alleati sulla Linea Gotica costruita dai tedeschi.

Un viaggio che si suddivide in più momenti, la visita del museo, ricco di oggetti e di testimonianze, i percorsi nella cosiddetta “Terra di nessuno” alla scoperta dei siti dei bunker tedeschi (in cui è anche possibile pernottare, volendo) e delle stazioni di pattuglia, e la visita al monumento, ed ai sepolcri nel cimitero vicino, delle vittime dell’Eccidio di Pianosinatico.

Un’esperienza incredibile, resa ancor più intensa ed approfondita da guide appassionate e preparate.

Per informazioni e prenotazioni vi invito a consultare il sito ufficiale del Museo Linea Gotica Pianosinaldo.

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Laltrolato del Caposaldo – Museo e percorsi Linea Gotica Pianosinatico

Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e Parco delle Stelle

Quale luogo migliore per osservare il cielo e le stelle, imparando magari anche qualcosa di più su pianeti, galassie e costellazioni, che l’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese, a Pian de’ Termini?!

Realizzato nel 1991 e gestito tra gli altri dal Gruppo Astrofili della Montagna Pistoiese- APS, l’Osservatorio offre interessanti visite guidate diurne e notturne, per ammirare il cielo e le stelle dal vecchio telescopio da 40 cm in configurazione Newton-Cassegrain e poi ad occhio nudo le costellazioni dal vicino e suggestivo Parco delle Stelle, attorno a cui è stato riprodotto in scala, con opere artistiche e cartelli, il nostro sistema solare.

Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e Parco delle Stelle

Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e Parco delle Stelle

L’osservatorio è aperto al Pubblico alle 21 il Venerdì e il Sabato (d’estate anche il Lunedì) di ogni settimana. Mentre nei mesi di Aprile, Maggio e  Giugno, il Martedì e il Giovedì, e nei mesi di Luglio e Agosto, la Domenica e il Martedì, sempre alle 10 di mattina. Le prenotazioni si effettuano rivolgendosi alla Biblioteca Comunale di San Marcello Tel . 0573/621289.

Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale dell’Osservatorio, qui.

Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese e Parco delle Stelle

Ponte Sospeso delle Ferriere

Una piccola deviazione lungo il percorso per scoprire ed attraversare il Ponte Sospeso delle Ferriere, una passerella pedonale che collega i due versanti del torrente Lima tra Mammiano Basso e Popiglio.

Il ponte originario fu inaugurato nel giugno del 1923 per consentire il passaggio degli operai della SMI che da Popiglio dovevano raggiungere le fabbriche situate sul versante opposto, senza una struttura del genere sarebbero stati costretti a percorrere a piedi circa 6 chilometri in più per raggiungere il posto di lavoro.

Il ponte si trova in una location molto suggestiva ed è accessibile a tutti gratuitamente.

Montagna Pistoiese in estate: Ponte Sospeso delle Ferriere

Segnavie & Maresca

Una sosta nell’antico borgo di Maresca per passeggiare tra le sue stradine ed ammirare gli originali murales che ripercorrono storia e leggende del sito (inclusa quella della fanciulla Maresca che avrebbe dato poi il nome al borgo), percorrere la pittoresca Via Medievale, visitare la Chiesa settecentesca di San Gregorio Magno, gli esterni della vecchia stazione ferroviaria, mangiare un buonissimo gelato nella storica Gelateria Gori e quindi percorrere Ponte Grosso per raggiungere l’accesso ai percorsi di Segnavie.

Montagna Pistoiese in estate: Maresca

Montagna Pistoiese in estate: Maresca

Segnavie è un progetto di sviluppo dei percorsi naturalistici al fine di promuovere il turismo attraverso itinerari di vallata, collegati con i sentieri CAI, in grado di offrire ai turisti tutta la bellezza degli scenari naturali della Montagna Pistoiese insieme alla possibilità di ammirare le opere di street e land art diffuse lungo i percorsi.

 

Maggiori informazioni su Segnavie e sui percorsi, qui.

Montagna Pistoiese in estate: Segnavie

Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

Una storia incredibile quella della SMI – al secolo Società Metallurgica Italiana – che si intreccia con quella dei grandi personaggi e degli eventi più importanti, bellici e non, lungo tutto il corso del ‘900 ed in parte degli inizi del 2000.

Un complesso di fabbriche, di proprietà della famiglia Orlando, nato nel 1910, con un concept decisamente innovativo per l’epoca (salario minimo garantito, assistenza sanitaria, case dignitose, aumenti degli stipendi in base alla produttività ed al merito, etc..), su modello delle industrie di Henry Ford a Detroit.

Montagna Pistoiese in estate: Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

Una fabbrica metallurgica che si è poi specializzata nel tempo nella produzione di proiettili e materiale bellico durante la Prima e la Seconda Guerra Mondiale e che ha poi proseguito la sua produzione in vari ambiti, fino a quella delle monete dell’Euro ad inizi anni 2000.

La visita guidata offre uno spaccato molto accurato sulla storia e sui personaggi – tra cui re, politici, imprenditori.- che si sono trovati ad interagire con essa. Il percorso espositivo permette anche di accedere ai rifugi antiaerei sotterranei costruiti nel ’39 agli albori della Seconda Guerra Mondiale, l’entrata (per 7000 persone circa) avveniva in pochi minuti attraverso più punti protetti da costruzioni a forma di ogiva per evitare eventuali danni da bombardamenti.

Montagna Pistoiese in estate: Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

Si trattava di rifugi innovativi, con comfort inimmaginabili per l’epoca, e tecnologicamente avanzati che servirono poi anche dopo la guerra per esperimenti e poligoni di tiro “segreti” per testare materiale bellico utilizzato per molti altri conflitti del ‘900.

Una visita più che consigliata per conoscere un importante pezzo do storia italiana, quello della SMI e della famiglia Orlando, ancora poco noto ai più.

Maggiori informazioni per organizzare e prenotare la visita, qui.

Montagna Pistoiese in estate: Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

Montagna Pistoiese in estate: Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

Montagna Pistoiese in estate: Museo e Rifugi S.M.I. Campo Tizzoro

 

Il mio percorso rappresenta solo una parte di tutto ciò che la Montagna Pistoiese ha da offrire, non solo in estate ma in ogni stagione.

Vi invito a consultare il sito ufficiale del turismo locale Tuscany Mountain per avere ulteriori informazioni sull’organizzazione di un soggiorno in questo delizioso frammento di Toscana, e per restare aggiornati su tutte le attività e le esperienze che possibile effettuare nei diversi periodi dell’anno.

Montagna Pistoiese in estate: rievocazioni e feste

La Montagna Pistoiese offre lungo tutto l’arco dell’estate una varietà di feste, sagre, rappresentazioni e rievocazioni storiche, qui trovate l’elenco completo.

Durante il periodo della mia visita, l’ultimo weekend del mese di luglio, ho avuto modo di partecipare a due eventi molto sentiti che ormai fanno parte della tradizione e della cultura locale, Cutigliano Medievale e Cala Vintage.

Cutigliano Medievale

In epoca medievale il borgo di Cutigliano ospitava la dimora del Capitano della Montagna, che risiedeva nell’omonimo palazzo, oggi sede del comune. Da circa 20 anni in Luglio, solitamente l’ultimo weekend del mese, il paese rievoca in maniera dettagliata questo particolare periodo storico agghindandosi letteralmente “a tema”, con 200 figuranti vestiti con costumi cuciti a mano seguendo la moda dell’epoca, banchi e mercati del bestiame, osterie dei viandanti e accampamenti militari, oltre alla presenza del gruppo storico dei tamburini, che animano le vie del paese dal primo pomeriggio a sera.

Montagna Pistoiese in estate: Cutigliano Medievale

Uno dei momenti più emozionanti, e divertenti, è senza ombra di dubbio quello in cui si mette in scena la ricostruzione di un processo storico realmente accaduto a Cutigliano nella metà del 1500, tratta da una sentenza del 1562 custodita presso l’Archivio di Stato di Pistoia. Oggetto della querela, la seduzione di una gentil donna con promessa di matrimonio non mantenuta.

Maggiori informazioni qui.

Montagna Pistoiese in estate: Cutigliano Medievale

Cala Vintage, Calamecca

Calamecca è un delizioso borgo medievale situato in una posizione estremamente suggestiva nel cuore della Montagna Pistoiese. Una comunità viva, ed attiva, che ancora preserva con cura i segni del suo antico passato. Imperdibile la passeggiata nel suo dedalo di vicoli fino a raggiungere sulla cima della sua rocca l’antica Chiesa di San Miniato.

Montagna Pistoiese in estate: Cala Vintage, Calamecca

Montagna Pistoiese in estate: Cala Vintage, Calamecca

E’ qui che ogni anni si svolge una festa di due giorni, sabato e domenica, che solitamente coincide con l’ultimo weekend del mese di luglio, interamente dedicata all’universo del vintage, dagli anni ’20 agli anni ’80. Un’esplosione di musica, colore, calore ed allegria animata con un contagioso ed irrefrenabile entusiasmo dagli abitanti di questo pittoresco borgo.

Il programma prevede balli di gruppo, sfilate (rigorosamente in abiti vintage), apericena organizzato dalla proloco, musica e danze fino a tarda sera.

Maggiori informazioni qui.

Montagna Pistoiese in estate: Cala Vintage, Calamecca

Montagna Pistoiese in estate: Cala Vintage, Calamecca

Montagna Pistoiese in estate: dove mangiare

Di seguito una selezione dei luoghi che ho personalmente testato e che mi sento di consigliare.

 

  • Podere Pian dei Termini – un suggestivo casolare situato tra la foreste e la via che conduce all’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese dove poter degustare prodotti tipici a km 0, tra tutti l’imperdibile tagliere toscano con salumi e formaggi locali, da accompagnare con le gustose birre (anch’esse produzione locale) all’estratto di abete bianco o castagna, se volete assaggiare qualcosa di particolare. Una curiosità, Francesco Becheri, il titolare dell’attività, ha dato il via al progetto di Foresta Terapeutica volto a sfruttare le proprietà benefiche che la natura può avere sulla salute dell’uomo, e il Podere Pian dei Termini è la prima Stazione Qualificata in Italia.
  • Bar Ponte Sospeso – un semplice ed accogliente chiosco nei pressi del Ponte Sospeso delle Ferriere che propone un mix di prodotti tipici sempre a km 0, dal classico togliete toscano, ai panini, ai crostini ed al pane fritto, assolutamente da assaggiare a fine pasto lo yogurt di pecora ai lamponi.
  • Macelleria ‘C’era Una Vacca’, “La Bracia”– quando il nome la dice lunga, una nota macelleria di San Marcello Piteglio con adiacente ristorante in cui degustare i migliori tagli di carne fiorentina, rigorosamente alla brace! Vale la pena accompagnare il piatto di carne con i deliziosi cannellini alla toscana e le patate al forno.
  • Nonno Cianco – ristorante rinomato di Cutigliano in cui degustare la migliore cucina locale, primi ottimi ed abbondanti (ah, i tortelli di patate e le pappardelle!), carni di cinghiale, selvaggina e tagliata di alta qualità.

 

Montagna Pistoiese in estate: dove mangiare

Montagna Pistoiese in estate: dove mangiare

Montagna Pistoiese in estate: dove mangiare

Montagna Pistoiese in estate: dove dormire

Le tappe dell’itinerario proposto richiedono una serie di spostamenti giornalieri che fanno di Cutigliano – per posizione centrale sul percorso e servizi – il luogo ideale dove soggiornare.

Il mio consiglio è di pernottare all’Hotel Villa Patrizia, un’antica e suggestiva dimora del XIX secolo che ha ospitato più volte tra le estati del 1916 e del 1918 il compositore Giacomo Puccini. La storia racconta che proprio in questa oasi di pace e tranquillità siano nate due sue opere, “Rondine” e “Trittico”.

Montagna Pistoiese in estate: dove dormire

La struttura, soprattutto negli ambienti in comune, mantiene un fascino d’epoca ma le camere, semplici, pulite e rimodernate, hanno tutti i comfort necessari in quest’area della Montagna Pistoiese. La colazione è varia ed abbondante ed il personale estremamente disponibile e gentile. L’Hotel dispone anche di un ristorante, oltre che di un piccolo parcheggio gratuito.

 

 

 

Articolo scritto in collaborazione con Tuscany Mountain.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti