• Home
  • /
  • Spagna
  • /
  • Barcellona tutto l’anno, mese che vai

Barcellona tutto l’anno, mese che vai

Festa che trovi.

Al cospetto della Sagrada Familia, alla scoperta del genio di Gaudì, dalle sue famose e stravaganti case all’utopistico Parc Guell.

Vista dalla

Magari una passeggiata nelle Ramblas con un giro allo storico e gustosissimo, provare per credere, mercato de la Boqueria o due passi per l’antico Barrio Gotico con una doverosa sosta alla vecchia Cattedrale, senza dimenticare una visita al museo di Picasso.

Lasciando magari un pò di tempo per uno sguardo al curioso Museo Marittimo, aggiungendo un passaggio per Gracia, l’angolo bohemien di Barcellona e perchè no, per gli appassionati di calcio, una partita del mitico Barca nel gigantesco stadio, secondo per grandezza al mondo, del Camp Nou.

Casa Batllò, Gaudì

Se pensate di trascorrere almeno un week end, o lo state gia organizzando, nella bella ed accogliente capitale catalana, perdendovi nella miriade di monumenti, strade, chiese, palazzi e divertimenti che la città offre, allora date anche uno sguardo al calendario.

In base al periodo della vostra permanenza potreste ritrovarvi in un uno degli appuntamenti festivi, più di 150, che Barcellona vive nell’arco dell’anno.

Parc Guell

Si tratta per lo più di manifestazioni che nascono dalla tradizione religiosa anche se a guardar bene non mancano rievocazioni storiche e celebrazioni rurali.

Notte al Barrio Gotico...

Così, per raccontarne alcune, si va dalla Cavalcata dei Magi nel giorno dell’Epifania, al Carnestoltes di febbraio, un’intera settimana di feste carnevalesche che termina nella giornata del mercoledì delle ceneri con il simbolico funerale della sardina, dalle celebrazioni della Settimana Santa, tra marzo e aprile in occasione della Pasqua, a quelle del San Jordi, la festa di San Giorgio, il 23 aprile, in cui gli innamorati si scambiano rose e libri commemorando l’anniversario della morte di Cervantes e di Shakespeare.

In giugno é possibile assistere alla Trobada Castellera in cui i giovani si cimentano nella costruzione del Castel, una torre umana composta da nove piani di ragazzi, sistemati gli uni sulle spalle degli altri.

In settembre si accoglie festosamente La Mercè, la ricorrenza più importante dell’anno, quattro giorni di puro divertimento, balli  e fuochi d’artificio con i Gegants, i Capgrossos e i Casteller, ovvero con pupazzi giganti, grosse teste di cartapesta e torri umane. La festa raggiunge il suo apice nella corsa del fuoco, quando demoni e draghi si rincorrono per la città sputando fuoco.

Uno dei Gegants... della processione che parte da Santa Maria del Mar!!!

La spettacolarità di questi eventi in cui tradizioni cristiane e pagane si fondono dando vita ad esibizioni davvero uniche ed originali, la posizione ed il clima favorevole della città, la possibilità di trascorrerci un week-end senza spendere cifre esorbitanti, usufrendo soprattutto delle offerte in rete, come quelle da prendere al “volo” dei biglietti aerei expedia, rendono Barcellona vivibile e visitabile tutto l’anno, magari anche più di una volta.

Il mercato della Boqueria...Nel Barrio Gotico

Perche’ un pretesto per tornare, bisogna sempre lasciarselo dietro!

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti