• Home
  • /
  • Europa
  • /
  • Inverno in Valle D’Aosta, idee, spunti e indicazioni

Inverno in Valle D’Aosta, idee, spunti e indicazioni

Se penso agli inverni in montagna, alle vacanze, alla neve, alle lezioni di sci ed alle indimenticabili ciaspolate, inevitabilmente tornano alla mente gli spettacolari massicci montuosi del Monte Bianco, del Monte Cervino, del Monte Rosa e naturalmente del Gran Paradiso e gli affascinanti ed indimenticabili paesaggi della Valle D’Aosta.

Ghiacciaio DELRutor, La Thuile

Ghiacciaio del Rutor, La Thuile

 

Perchè la Valle D’Aosta?

Per i ghiacciai millenari, i laghi alpini, i boschi, i pascoli, i parchi nazionali, i villaggi tipici ed l’ampia scelta di attività all’aria aperta e poi per i mercatini di Natale, accessibili fin dalla metà di novembre, per il vasto e ricco patrimonio artistico e, naturalmente, per l’indiscussa tradizione gastronomica (avete mai assaggiato la polenta concia?).

La Polenta Concia

La Polenta Concia

L’offerta di strutture ricettive é ampia e varia, basta dare un’occhiata alle offerte montagna in Valle D’Aosta di Expedia per rendersene conto.

 

Sport invernali e tempo libero

I grandi comprensori di sci della Valle d’Aosta sono quelli internazionali di Breuil-Cervinia, La Thuile e il Monterosa Ski, cui si aggiungono Courmayeur, Pila, Torgnon, Champorcher, Crévacol e quella ideale per famiglie, una categoria turistica in costante e crescente aumento, di Chamois.

comprensorio monterosa ski - champoluc

comprensorio monterosa ski – champoluc

Ben 23 stazioni sciistiche, 800 km di piste e 10 snowpark per gli appassionati di snowboard.

Per gli amanti del fuori pista poi sono da considerare il comprensorio Monterosa Ski e le discese del ghiacciaio di Toula e della Vallée Blanche, raggiungibili da Courmayeur con la suggestiva Ferrovia del Monte Bianco e poi la grande novità dello Snowkite, che offre la possibilità di sciare sulla neve trainati da un aquilone.

Ce n’è anche per gli appassionati dello sci d’alpinismo che in Valle d’Aosta da novembre a giugno possono assistere a grandi competizioni internazionali come ad esempio il noto Trofeo Mezzalama.

La varietà dei percorsi disponibili è straordinaria e adatta a tutti i livelli, ma é comunque consigliabile farsi accompagnare sempre dalle guide alpine.

Ci sono anche numerosi itinerari adatti alle escursioni con racchette da neve, le cosiddette Ciaspole (che personalmente adoro), come Punta de La Pierre, Alpe Berrier, Rifugio Arp e Lac de Servaz.

Durante i mesi più freddi è possibile dedicarsi anche ad attività come il pattinaggio su ghiaccio sulle piste naturali di Cervinia o Grassoney, o in centri appositi a Courmayeur e Aosta.

I più temerari possono cimentarsi nell’arrampicata sul ghiaccio, che si svolge in molte vallate valdostane, in particolare quella di Cogne, dove sono presenti più di 150 cascate.

Monte Rosa, scorci

Monte Rosa, scorci

Un’offerta ampia e variegata che fa della Valle D’Aosta una delle mete più richieste ed apprezzate.

 

Eventi invernali

Non c’è niente di più magico del Natale in Valle d’Aosta e non c’é niente di più caratteristico da fare che visitare uno dei numerosissimi Mercatini di Natale, basterà consultare il sito ufficiale del turismo in Valle d’Aosta per trovare quello più vicino a voi.

Per il Capodanno le piste di molte località turistiche si animano grazie alle fiaccolate in notturna sugli sci e poi ci sono gli spettacoli piromusicali, i falò beneauguranti in cui si brucia il vecchio per far posto al nuovo e le tradizionali messe con i pastori.

Se pensate di visitare la Valle D’Aosta in febbraio allora non perdete le tradizionali feste di Carnevale, come quella di Point Saint-Martin, Coumba Freida e Verrès.

Se infine siete amanti dell’artigianato locale, non mancate di effettuare una visita alla Fiera di Sant’Orso di Donnas (16-18 gennaio) e a quella di Aosta del 30 e 31 gennaio, in cui gli artisti valdostani espongono con orgoglio le proprie singolari creazioni lungo le vie del centro cittadino.

Mercatini di Natale, particolari

Mercatini di Natale, particolari

 

Come arrivare in Val D’Aosta

A breve distanza da Piemonte, Francia e Svizzera ( attraverso i trafori del Monte Bianco e del Gran San Bernardo), la Valle d’Aosta è facilmente raggiungibile percorrendo la rete autostradale.

Partendo da Torino basta imboccare l’autostrada A5 e percorrere 55 km fino a Pont-Saint-Martin o 98 km fino ad Aosta (uscita Aosta Est). La città dista 164 km da Milano.

La stazione ferroviaria di Aosta è ben collegata con Torino Porta Nuova e con Milano Centrale.

Le società locali di trasporto pubblico offrono un servizio giornaliero di autobus da e per Milano in partenza da Cervinia, Aosta e Courmayeur, con fermate intermedie. Un servizio di linea è disponibile anche da e per Torino e d’estate sono attivi collegamenti con la Liguria, l’Emilia Romagna e la Toscana.

Gli aeroporti di Milano distano dai 180 ai 225 km da Aosta, il più vicino, 115 km circa, è quello di Torino Caselle.

 

6 Comments

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti