• Home
  • /
  • Il Sud
  • /
  • Scoprire Nashville: The Hermitage, la piantagione del Presidente Andrew Jackson

Scoprire Nashville: The Hermitage, la piantagione del Presidente Andrew Jackson

Scoprire Nashville andando oltre le sue attrazioni turistiche più note per ritrovarsi come per incanto a passeggiare in una delle più antiche ed affascinanti piantagioni del vecchio Sud.

The Hermitage, la storica tenuta appartenuta al 7° Presidente degli Stati Uniti d’America, Andrew Jackson. Un’oasi bucolica di pace e “memoria storica” –  il Presidente Jackson é tutt’oggi ricordato come uno due grandi eroi del Tennessee – a soli 20 km dal vivace, colorato e caotico downtown di Nashville.

Scoprire Nashville: The Hermitage, l'ingresso

Scoprire Nashville: The Hermitage, l’ingresso

Una visita che vi porterà via non più di un paio d’ore e che vi consentirà di vivere l’autentica esperienza del sud antebellum, delle dimore neoclassiche dei ricchi proprietari terrieri e delle capanne di legno e sassi dei loro schiavi neri, in un ambiente completamente autentico, arredi ed alloggi inclusi, rimasto sorprendentemente immutato per più di 200 anni.

Se avete in programma di scoprire Nashville, seguendo magari uno dei tanti originali on the road attraverso i suggestivi Stati del Sud degli USA, valutate di fermarvi in città per almeno per un paio di giorni.

Nashville, Tennessee

Nashville, Tennessee

Una volta visitate le numerose attrazioni legate al mondo della musica Country e Rock ed aver trascorso qualche interminabile notte tra i locali della mitica Broadway Street e della pittoresca Printers Alley, riprendete l’auto e – dopo aver partecipato ad un’insolita ed autentica messa di Black Gospel poco fuori città presso la Born Again Church, un’esperienza incredibile che consiglio vivamente di fare se capitate di domenica – dirigetevi verso est lungo l’Interstate 40, prendete l’uscita 221 e seguite Old Hickory Boulevard fino a raggiungere, all’incrocio con Rachel’s Lane, l’ingresso di The Hermitage. 

The Hermitage, la dimora padronale

The Hermitage, la dimora padronale

Il parcheggio é gratuito mentre il biglietto d’ingresso che include la dimora, il museo, la piantagione e l’audioguida, é di 20$ per adulti e 10$ per ragazzi.

The Hermitage é a parer mio una delle più belle tenute del sud, e non solo per il paesaggio circostante, per l’autenticità di ogni singolo pezzo d’arredo, per le capanne degli schiavi, perfettamente conservate, o per la suggestiva (ed originale) casa di tronchi, primo nucleo abitativo dell’intera piantagione in cui Jackson visse per un breve periodo subito dopo aver acquistato la proprietà e che divenne – successivamente alla costruzione ed al trasferimento nella casa padronale – il primo alloggio degli schiavi arrivati per coltivare la terra.

Scoprire Nashville: veduta su The Hermitage

Scoprire Nashville: veduta su The Hermitage

Si tratta decisamente di un luogo affascinante, legato indissolubilmente alla figura uno dei Presidenti più controversi della storia americana, il primo proveniente da una famiglia di basso ceto, voluto per questo fortemente dal popolo e di conseguenza poco amato dall’aristocrazia di Washington.

Andrew Jackson sulla banconota da 20$

Andrew Jackson sulla banconota da 20$

Eroe di guerra, amorevole marito e padre (adottò due figli e fu tutore legale di ben 8 orfani), grande democratico eppure convinto sostenitore della schiavitù al punto da arrivare a possedere nella sua tenuta di Nashville più di 200 schiavi e fautore della deportazione degli indiani, passata alla storia con il nome di Sentiero delle lacrime, e dell’esproprio per conto degli stati Uniti d’America delle loro terre d’origine.

Le capanne degli schiavi

Le capanne degli schiavi

Il Visitor Center all’ingresso include una ricca esposizione di foto, oggetti, stampe d’epoca ed abiti appartenuti alla famiglia del Presidente.

Appena fuori un sentiero immerso nel verde permette di raggiungere l’ingresso della casa padronale, la dimora in stile classico su due piani in cui Jackson si ritirò a vita privata dopo i due mandati presidenziali.

The Hermitage, scorci

The Hermitage, scorci

The Hermitage, l'ingresso della dimora padronale (ph. credits thehermitage.com)

The Hermitage, l’ingresso della dimora padronale (ph. credits thehermitage.com)

L’interno é un perfetto fermo immagine dei suoi ultimi anni di vita, le stanze affrescate, gli arredi, i libri, persino gli utensili della cucina ed i suoi oggetti personali, ci si sente quasi intrusi in una realtà parallela, collegata alla vita quotidiana della sua famiglia.

La camera da letto del presidente Andrew Jackson (ph. credits thehermitage.com)

La camera da letto del presidente Andrew Jackson (ph. credits thehermitage.com)

The hermitage, la cucina (ph. credits thehermitage.com)

The hermitage, la cucina (ph. credits thehermitage.com)

La passeggiata nel parco inizia con la visita ai giardini laterali dove si trovano le tombe del Presidente Jackson e di sua moglie Rachel, a fianco il sepolcro di Alfred, suo devoto e fedelissimo schiavo, che seppur affrancato e divenuto successivamente fittavolo di parte della terra della tenuta e prima guida turistica della proprietà, chiese al termine della sua vita di essere sepolto nella nuda terra accanto al suo padrone.

La tomba del Presidente Jackson

La tomba del Presidente Jackson

La tomba di Alfred, accanto a quella di Jackson

La tomba di Alfred, accanto a quella di Jackson

Poco distante si raggiunge la capanna della famiglia di Alfred, la più vicina alla dimora, e poi proseguendo attraverso la tenuta si incontrano le altre costruzioni degli schiavi (ognuna con la sua storia da raccontare) fino a raggiungere la vecchia casa di tronchi del Presidente.

La capanna della famiglia dello schiavo Alfred

La capanna della famiglia dello schiavo Alfred

Lo schiavo Alfred, in una foto d'epoca nella sua capanna (ph credits thehermitage.com)

Lo schiavo Alfred, in una foto d’epoca nella sua capanna (ph credits thehermitage.com)

La vecchia casa di tronchi del presidente Jackson

La vecchia casa di tronchi del presidente Jackson

Da lì a perdita d’occhio prati attraversati da mandrie di bovini ed intervallati da piccole alture, sullo sfondo un radura che si trasforma in un fitto bosco ed al suo interno una vecchia sorgente.

Una visita insolita e suggestiva che consente di scoprire Nashville sotto aspetti diversi, attraverso l’esplorazione dei suoi dintorni e la sua ricca ed intensa storia.

 

[Le foto relative agli interni della casa padronale provengono dal sito ufficiale della piantagione, non é purtroppo consentito fotografare all’interno.]

 

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti