Seattle, prime impressioni in viaggio

Seattle.

La scorgo tra le nuvole – con il suo profilo inconfondibile – dal finestrino dell’aereo.

Atterrando a Seattle

Dapprima vedo lo Space Needle, il suo simbolo per eccellenza, una specie di tripode gigante che domina sul Puget Sound.

Poco più avanti riconosco il downtown con la sua Skyline, i Pier, i moli turistici, le barche ed ancora più a sud la parte storica di Pioneer Square dove i grattacieli lasciano gradualmente il posto a piccoli edifici dai mattoncini rossi ed alle spalle alberi e montagne, ancora innevate, tra cui spicca il massiccio Mount Rainier.

Seattle, finalmente ci sono!

Seattle Art Museum

The Rainy City.

Così la chiamano i seattleites – i suoi abitanti – a causa di quella pioggerellina costante che sembra non mancare mai e che senza infastidirmi mi accompagna scenograficamente nelle mie prime ore in città.

Lo Space Needle

Mi ci vuole poco per comprendere le tre parole chiave.

Computer – qui é nata ed é diventata grande Microsoft, la storica compagnia di Bill Gates.

Caffè – impossibile non incrociare una caffetteria con il logo roasted coffee (tostatura artigianale) ad ogni angolo di strada, del resto questa é la patria dello Starbucks.

Volo – la Boeing, la più grande società costruttrice di aeromobili degli Stati Uniti, qui é di casa.

La prima impressione passeggiando per downtown é quella di essere in una città viva, allegra ma al tempo stesso elegante e colta.

Strade in discesa, come a San Francisco...

Saranno le strade in discesa con i tram che mi ricordano molto San Francisco o l’atmosfera magica delle montagne innevate e delle imbarcazioni nel Puget Sound, simile a quella di Vancouver, da cui dista appena 150 chilometri.

Sarà la calda accoglienza della gente del posto ed il fascino del Pike Place Market, un antico ed eccentrico mercato di gustosi prodotti locali che incontro passeggiando per downtown.

Appena arrivata, Pike Market Place

Credo proprio che Seattle mi riserverà molto più di quanto io mi aspetti.

Ed io non vedo l’ora di scoprirla!

 

2 Comments

  • Valentina

    giugno 19, 2013 at 9:32 am

    Proprio l’altro giorno un mio amico mi ha fatto scoprire che il primo Starbucks è nato a Seattle… E ora ne leggo anche qui! 🙂
    Spero di “scoprire” presto anche io l’America!

    Rispondi
    • simona sacri

      giugno 20, 2013 at 7:46 pm

      L’America e’ un paese bellissimo, ricco di sorprese, specie nei luoghi meno turistici…
      Un consiglio se organizzi un viaggio negli States, oltre alle mete piu’ gettonate concediti un viaggio “on the road”, molto piu’ economico tra l’altro, lungo qualche storica e polverosa strada… scoprirai la vera America!!!

      Rispondi

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti