• Home
  • /
  • East Coast
  • /
  • Acadia National Park, la “riserva naturale” del New England

Acadia National Park, la “riserva naturale” del New England

I Parchi Nazionali Americani sono, senza dubbio,

il maggior contributo degli Stati Uniti alla cultura del mondo

(Frank Frase Darling)

 

Quando si parla di grandi Parchi Americani inevitabilmente il pensiero vola a quelli a ridosso della West Coast, il Gran Canyon, la Monument Valley, la Death Valley, solo per citare i più famosi.

In pochi in realtà sanno che il Mid Est e la East Coast offrono oasi naturalistiche e paradisi incontaminati, entrati di diritto nell’elenco dei Parchi Nazionali degli USA, altrettanto spettacolari ed affascinanti anche se meno noti al turismo internazionale.

Acadia National Park

Provate ad immaginare 15000 ettari di montagne, sentieri a picco sul mare, coste frastagliate, impressionanti fenomeni naturali, laghi, fiumi ed un numero imprecisato di isolotti e pittoreschi fari che sembrano sbucati come per incanto da un libro di Hemingway.

Provate a collocare il tutto nel bel mezzo di un’isola, la Mount Desert Island, al largo della costa sud orientale del New England, nello stato del Maine.

Il risultato?

L’Acadia National Park!

L’Acadia National Park

Benvenuti all'Acadia National Park

Il modo migliore per scoprire l’isola, ed il parco al suo interno, é quello di percorrere la Park Loop Road.

Una strada panoramica che in poco meno di 50 km esplora la costa e l’interno passando attraverso gli scenografici tornanti che dalle alture della Cadillac Mountain, la cima più alta della East Coast, ridiscendono fino alla spettacolare distesa della Sand Beach, una lingua di sabbia e sassi, che funge quasi da spartiacque tra il verde acceso della natura che la circonda, il blu intenso dell’Oceano ed il bianco vivo dei fari delle piccole isole che ne consentono l’accesso via mare.

Passeggiando lungo la Sand Beach non é difficile imbattersi in fotografi professionisti, artisti e pittori di acquerelli di un certo rilievo che, pennelli e tavolozza alla mano come nella migliore tradizione bohemien, trascorrono intere giornate nel tentativo di riprodurre su tela gli scorci più emozionanti.

Lungo la Park Loop Road, vista sull'OceanoVista dal Cadillac MountainSand BeachArtisti all'opera sulla spiaggia di Sand Beach

Poco distante, proseguendo lungo la Loop Road, si incontra l’insenatura del Tunder Hole, un fenomeno naturale decisamente unico ed originale.

Una sorta di boato, simile ad un violento tuono (ascoltare per credere…) causato dalla compressione, provocata dal vento forte e delle onde del mare, dell’aria presente nell’anfratto.

Il Tunder Hole

Il percorso, durante il quale é facile e frequente incontrare la ricca fauna locale (cervi, volpi, marmotte, castori, aquile), prosegue luno la costa per poi continuare lungo la Peabody Drive verso l’interno del parco attraverso il Somes Sound, una lingua d’acqua che dall’Oceano si insinua nel centro dell’isola per ben 10 km attraverso altri piccoli e pittoreschi centri abitati.

Vale la pena spingersi fino all’estremo sud della parco per visitare il delizioso paesino di Bass Harbor Head, noto soprattutto per l’antico faro del 1858 arroccato su una scenografica collina a picco sul mare, dalla quale si gode una vista mozzafiato.

Il faro di Bass Harbor Head

Presso l’Hulls Cove Visitor Center é possibile munirsi di cartine ed indicazioni per individuare i numerosi sentieri a piedi, in bicicletta e a cavallo che si estendono all’interno dell’Acadia National Park per un totale di quasi 200 km.

Il plastico del Parco all'interno del Visito CenterUno dei tanti fari sugli isolotti all'interno del parco

Il luogo migliore in cui soggiornare nelle vicinanze del parco, a meno che non si decida di fare camping, é l’elegante e vivace cittadina portuale di Bar Harbor, a pochi chilometri dal visitor center.

Il molo di Bar Harbor

Un mix ben riuscito di sontuose ville estive d’epoca (avete presente i Vanderbilt di Newport o gli Astor di New York?), negozietti caratteristici, B&B storici, ristoranti di pesce (non sempre a buon mercato purtroppo), pubs in stile marinaro, velieri ed imbarcazioni d’altri tempi e l’onnipresente cultura degli Indiani Penobscot, gli orgogliosi nativi americani del Maine che ancora oggi popolano l’isola e le zone circostanti.

10 Comments

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti