Il mito del Greyhound, 100 anni “on the road”

Dean era arrivato fresco fresco a New York la sera prima con Marylou, una ragazza bella e vivace.

Erano scesi dal Greyhound alla 50° Strada.

(Jack Kerouac, On the road)

 

Quando si immagina un on the road negli Stati Uniti istintivamente il pensiero vola agli immensi spazi aperti, alle lunghe strade che come linee rette su piano infinito tagliano grandi porzioni di territorio, spesso selvaggio ed incontaminato, ed al mezzo di trasporto per eccellenza per percorrerle, l’auto.

Eppure prima del mito della Cadillac, prima della Route 66, prima ancora del grande esodo verso ovest e delle parole forti e nuove della nascente Beat Generation, che di questo modo di viaggiare fece uno stile di vita, il simbolo indiscusso del coast to coast on the road dell’America degli anni’20 fu il mitico ed indimenticabile Greyhound.

Greyhound bus, il mito

Greyhound bus, il mito

Un autobus, o forse sarebbe meglio dire una scuderia di autobus che a partire dal 1914 (anno in cui in Minnesota il lungimirante minatore Carl Wickman diede il via al primo servizio di navetta a pagamento per il trasporto degli operai verso le miniere di ferro) permise a milioni di americani, con pochi dollari di biglietto, di spostarsi liberamente da una costa all’altra del paese.

Il simbolo di un’America in costruzione, del viaggio inteso come spostamento verso luoghi precedentemente solo immaginati, la libertà (finalmente per tutti) di movimento, la possibilità per molti giovani di inseguire il mito del west, per le famiglie lontane di ricongiungersi in breve tempo, per le prime band musicali itineranti di spostarsi facilmente e con poca spesa all’interno del paese per raggiungere music cities del calibro di Nashville, Memphis o New Orleans.

Greyhound, viaggio notturno attraverso le pianure del Tennessee

Greyhound, viaggio notturno attraverso le pianure del Tennessee

La tratta più gettonata, attiva ancora oggi, New York-San Francisco (della durata di 4 giorni circa) tagliava letteralmente in due il paese attraversando Buffalo, Chicago, St. Louis, Memphis, Dallas, Santa Fè, Phoenix, Los Angeles e Las Vegas.

A distanza di 100 anni esatti da quel lontano 1914 gli autobus Greyhound, completamente rimessi a nuovo, dotati di wi fi, di monitors, di comodi sedili reclinabili e di tutti gli optional necessari per rendere il viaggio il più confortevole possibile continuano a coprire con successo l’intero territorio degli Stati Uniti (ed anche del Canada) costituendo ancora oggi un’economica alternativa all’auto ed al treno.

Sul sito ufficiale della Greyhound Lines é possibile visionare l’intera rete stradale e prenotare, usufruendo di varie scontistiche on line, il proprio tragitto in base alle tappe.

Greyhound, tutte le rotte ed i percorsi degli Stati Uniti

Greyhound, tutte le rotte ed i percorsi degli Stati Uniti

Le stazioni Greyhound, moderne, il più delle volte ben tenute, attrezzate con food court, servizi e talvolta motel adiacenti, si trovano quasi sempre a ridosso del downtown delle città, spesso in coincidenza con le stazioni ferroviarie Amtrak, e sono quindi facilmente raggiungibili.

Greyhound, stazione bus in Georgia

Greyhound, stazione bus in Georgia

Ammetto di aver utilizzato gli autobus Greyhound in diverse occasioni, per lo più nel mid east e sulla east coast per brevi tratti, intervallando auto e treno, e di essermi trovata decisamente bene.

Non solo il “lusso” di concentrarsi sul paesaggio circostante senza essere obbligata a controllare il percorso, i limiti di velocità o le uscite ma anche e soprattutto la possibilità di ammirare comodamente seduta nel mio sedile uno spaccato reale di America, dalle fermate sconosciute dal nome impronunciabile, ai volti, agli atteggiamenti, ai discorsi delle persone, talvolta intere famiglie, presenti sul bus.

Il tempo prezioso passato a chiacchierare con perfetti estranei, a condividere un caffè, qualche muffin un pò passato o una Dr Pepper ghiacciata nelle stazioni di servizio in attesa di ripartire o a conoscere aspetti, luoghi, abitudini e tradizioni e soprattutto modi di dire insoliti e curiosi.

L'America "on the road" vista da un Greyhound

L’America “on the road” vista da un Greyhound

Greyhound Lines, ogni stazione ha la sua bandiera Stars and Stripes

Greyhound Lines, ogni stazione ha la sua bandiera Stars and Stripes

Un mito quello del Greyhound immortalato oltre che da libri celebri anche da canzoni, film e serie tv che hanno fatto storia… il sopracitato On the road di Kerouac, i brani musicali America di Simon & Garfunkel e New York State of Mind di Billy Joel o il celebre film Un uomo da marciapiede (indimenticabile la scena finale sul bus) con Dustin Hoffman e Jon Voight, tanto per i citare i più famosi.

Una curiosità.

Sembra, da quanto raccontano i bene informati, che il nome Greyhound, letteralmente levriero, sia venuto in mente osservando la silhouette di uno di questi autobus riflettersi sottile ed allungata nelle vetrine dei negozi lungo la strada, l’immagine enfatizzata di un levriero che corre veloce fissando la sua meta.

Pochi sanno tuttavia da dove proviene la figura precisa del levriero disegnato nel logo, io l’ho scoperto per caso grazie al racconto di una zelante ed appassionata guida ranger.

A Washington DC nel Cimitero militare di Arlington, più precisamente nella splendida Arlington House, la dimora settecentesca (nota anche come Lee House) che domina la collina.

Arlington House, Washington DC

Arlington House, Washington DC

In una delle lunette affrescate del pian terreno é presente un piccolo dipinto attribuito a George Washington (la casa é appartenuta per generazioni alla famiglia di sua moglie) in cui due levrieri gareggiano in eleganza e velocità rincorrendo la preda designata per la caccia.

L'affresco di George Washington nella Arlington House

L’affresco di George Washington nella Arlington House

Se considerate il profondo senso di nazionalismo che pervade il popolo americano ed il continuo riferimento in ogni aspetto del quotidiano alla gloriosa epopea dei personaggi più illustri della sua storia capirete quanto sia stato facile utilizzare il levriero dell’affresco, opera di uno dei più amati ed indiscussi Padri della Patria, George Washington, come modello vincente per il logo della più grande società di bus degli Stati Uniti!!

Enjoy your trip, on Greyhound Lines of course.

 

8 Comments

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti