• Home
  • /
  • Stati Uniti
  • /
  • Cosa fare in Oregon: breve itinerario alla scoperta dei Covered Bridges, i “Ponti Coperti” più antichi e suggestivi dello stato

Cosa fare in Oregon: breve itinerario alla scoperta dei Covered Bridges, i “Ponti Coperti” più antichi e suggestivi dello stato

Tra i tanti itinerari, spunti e consigli relativi a cosa fare in Oregon sarebbe un vero peccato non prendere in considerazione – nell’organizzazione di un viaggio in questo incredibile stato – alcuni dei percorsi più suggestivi legati ai meravigliosi Old Covered Bridges.

Alludo ai cosiddetti “Vecchi” Ponti Coperti, quelle affascinanti strutture in legno con passerella, tetto spiovente e pareti, talvolta con finestre o addirittura balconate laterali, che venivano edificati su fiumi e dirupi per semplificare il passaggio e la circolazione di pedoni, carri e cavalli e che molti credono esistano in numero considerevole solo in New England.

Cosa fare in Oregon: un vecchio Ponte Coperto nei pressi di Brownsville

Cosa fare in Oregon: scoprire gli Old Covered Bridges

Pochi sanno che nell’intero stato dellOregon tra la fine del 1800 ed il 1930 furono costruiti quasi 500 Ponti Coperti.

La maggior parte dei quali sparsi nell’area delle Cascades Mountains, a partire da Eugene fino ad arrivare quasi al confine con la California, nei pressi di Ashland, e verso est fino alla cittadina di Bend.

Oggi ne restano circa 50, sono gli old covered bridges e fanno parte di alcuni dei trail e delle scenic highways più suggestive dell’Oregon.

Sono percorsi tracciati che si possono seguire in auto e soprattutto in bici, come il bellissimo e consigliatissimo Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway.

Confesso di essere capitata per caso nei pressi di Eugene, a Brownsville per l’esattezza, e di aver poi seguito d’istinto i cartelli che indicavano il Covered Bridge Scenic Trail fino a Cottage Grove e Lowell, nel cuore della Lane County.

Cosa fare in Oregon: Brownsville, l’inizio della Lane County

Cosa fare in Oregon: Cottage Grove, Chambers Bridge

Ho scoperto un piccolo, affascinante mondo antico, sorprendentemente intatto nella sua originalità.

Quello dei Ponti Coperti, delle fattorie, dei sentieri di campagna, dei vecchi centri – spesso poco più che incroci – e delle piccole e compatte comunità che si sviluppano attorno.

La traccia di un’America che è sempre più difficile trovare ormai e che non potevo non condividere con voi.

Cosa fare in Oregon: Covered Bridge Scenic Trail

Cosa fare in Oregon: la storia dei Ponti Coperti

I primi Ponti Coperti dell’Oregon furono costruiti a metà del 1800 dietro la necessità di proteggere le strutture portanti ed i supporti in legno del passaggio principale con tetti spioventi – per favorire lo scorrimento dell’acqua piovana – pareti e balconate.

I lavori furono finanziati dai pedaggi imposti dai proprietari dei ponti per il passaggio.

Il proliferare di questa tipologia di costruzioni edificate in punti geografici sempre più strategici permise di raggiungere comunità spesso isolate e favorì nel tempo lo sviluppo dell’assistenza medica domiciliare, della scolarizzazione dei bambini e del commercio economico e postale.

Tuttavia a partire dalla metà del 1940 i Ponti Coperti furono progressivamente abbandonati in favore delle nuove e più veloci strade statali, finendo il più delle volte con l’essere chiusi ed abbandonati a se stessi.

Cosa fare in Oregon: Covered Bridge Scenic Trail

Nel 1989 – per evitare il peggio e soprattutto per tutelare un tale patrimonio storico ed architettonico – alcuni esponenti delle varie comunità locali sviluppatesi anche grazie ai Covered Bridges si unirono nell’Oregon Covered Bridge Program, un’associazione senza fini di lucro nata per preservare i restanti ponti coperti dell’Oregon.

Negli anni successivi furono emesse ben 17 monete commemorative relative ai diversi ponti storici della regione.

I fondi generati dalle vendite e da una mirata campagna promozionale hanno permesso all’associazione di crescere nel tempo, di restaurare molte costruzioni che sembravano perdute e di creare un vero e proprio interesse turistico attraverso percorsi ed itinerari dedicati.

Verso il Covered Bridge Scenic Trail

Cosa fare in Oregon: l’Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway, itinerario

Dei 50 ponti coperti rimasti in Oregon circa una ventina sono collocati nella Lane County.

Un’area pianeggiante non molto ampia che si sviluppa a sud est di Eugene e che ad oggi detiene il primato del maggior numero di covered bridges originali rimanenti – incluso il Chambers Bridge, l’ultimo ponte coperto ferroviario rimasto – di qualsiasi contea a ovest del fiume Mississippi.

Si tratta di ponti risalenti per lo più ai primi due decenni del 1900, tutti iscritti nel National Register of Historic Places.

L’Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway è un percorso circolare di circa 60 km che include buona parte di questi ponti.

Il punto di partenza e di arrivo del giro è la graziosa cittadina di Cottage Grove, dove è possibile visitare l’Old Town ed i primi due ponti coperti del tourfermarsi nei negozi e nei pittoreschi locali della Main Street, rifornirsi di mappe, noleggiare biciclette e volendo anche pernottare.

L’itinerario è fattibile in buona parte anche in auto, più o meno nel giro di un paio d’ore includendo le varie soste.

Oregon Covered Bridge Scenic Bikeway

Il mio consiglio è di dedicargli una giornata intera percorrendolo preferibilmente in bicicletta per aver la possibilità di attraversare fisicamente molti ponti (diversamente chiusi al passaggio di auto e moto), godere della bellezza della campagna circostante e fermarsi per pranzo nelle fattorie lungo il percorso.

Qui potete scaricare la mappa dettagliata con tutte le tappe del percorso, spunti, tempi di percorrenza e consigli pratici inclusi.

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti