Uno sguardo su Dallas

Dallas, big things happen here.

Il cartello che mi accoglie all’ingresso della città é inequivocabile, non ci vuole molto a rendersene conto. Dallas, orgogliosamente ribattezzata the big D dai suoi abitanti é semplicemente grande, in ogni senso.

Welcome to BIG D....

Una megalopoli, unita alla vicinissima Fort Worth, di sei milioni di abitanti, una delle piu’ potenti aree economiche del paese, ricca, ricchissima, basta guardarsi in giro, macchine, edifici, ristoranti, prezzi, per rendersi conto che qui il reddito procapite é il più alto degli USA.

Dallas Skyline Il Dallas daily news...

Dallas è

Orgogliosamente Texana, accanto alla bandiera a stelle e strisce c’é sempre quella della Lone Star, la stella solitaria che ricorda la nascita della Repubblica del Texas nell’800, Dallas si atteggia a gran capitale, si fa davvero fatica a credere che quella vera sia la piu’ modesta, si fa per dire, Austin.

The Lone Star, la bandiera del Texas...

Due le parole chiave, petrolio e mandrie, due floridissime risorse economiche il cui accenno nelle strutture, nei loghi, nelle sculture della città é onnipresente, basti pensare al cavallo alato della Magnolia, una delle più grandi compagnie petrolifere del paese, che compare nelle insegne luminose dei locali e come logo nei cartelloni pubblicitari di tutta la citt o alla gigantesca (tanto per cambiare) scultura accanto all’Old Pioneers Cemetery di una Mandria di Longhorn condotta da tre cowboys, come nella migliore tradizione texana, verso le grandi praterie dell’est.

Dallas é

Allegra, ma non troppo, divertirsi va bene ma senza esagerare, aperta e socievole, non per niente il suo motto e’ friendship, indaffarata, il businness viene quasi sempre prima di tutto, culturalmente impegnata, il suo Museum of Art e’ davvero splendido, fortemente legata al suo passato di tradizioni texane, basti pensare ai cowboys di Forth Worth, al bellissimo e storico quartiere di West End, ai continui riferimenti nelle sue piazze ai padri fondatori, proiettata nel futuro, la sua skyline, un groviglio di uffici delle piu’ importanti società del paese, é in continua espansione.

Il monumento alla Mandria di Longhorn La vecchia Dallas Old Dallas Nel West End, il distretto storico di Dallas

Niente male per una città che porta il peso di un tragico evento della storia degli Stati Uniti d’America, l’assassinio del Presidente Kennedy avvenuto qui il 22 novembre del’63. Qualsiasi altra città probabilmente ne avrebbe risentito a lungo ma Dallas incassato il colpo come usano dire i texani, ha reagito facendone uno dei suoi punti di forza.

Il memoriale dedicato a Kennedy, il Museo del Sixth Floor allestito proprio dove Oswald sparò al presidente, la croce in strada, proprio nel punto in cui fu colpito, fanno parte di un itinerario a ridosso del West End davvero toccante, impossibile non immedesimarsi nell’evento ed uscirne emotivamente coinvolti.

Il Sixth Floor Museum Dalla Art Museum Downtown Dallas e sulla cima il simbolo di MAGNOLIA... la piu' grande compagnia petrolifera del Texas!!!

Da qualche parte, forse in qualche guida, ho letto a proposito di Dallas che non bisogna scavare troppo a fondo altrimenti si potrebbe restare delusi.

Non credo sia proprio così, c’é sempre qualcosa di bello, diverso ed originale da scoprire, basta solo armarsi di curiosità e intraprendenza, lasciando a casa magari dubbi e preconcetti.

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti