• Home
  • /
  • New York
  • /
  • Guida New York: itinerario (estensibile) da 1 a 3 giorni. Tappe, consigli ed approfondimenti

Guida New York: itinerario (estensibile) da 1 a 3 giorni. Tappe, consigli ed approfondimenti

Sempre più spesso, attraverso le pagine di questo blog ed i social (su cui mi trovate live quasi sempre) mi vengono richiesti itinerari dettagliati e consigli su quella che per molti risulta essere la prima volta a New York.

Guida New York, scatti lungo la 5th Ave

Guida New York, scatti lungo la 5th Ave

Chi mi segue da un pò ed é iscritto alla newsletter riceve mensilmente guide mirate e percorsi tematici per scoprire non solo Ny ma anche altre splendide (e talvolta poco note) realtà americane. Nonostante ciò continuano ad arrivare tantissime email di richieste inerenti tour, da uno a più giorni, e luoghi da non perdere nella Grande Mela.

Nell’impossibilità di rispondere a tutti (iniziate ad essere davvero in tanti) ho creato, prendendo spunto proprio dalla newsletter, un itinerario “estensibile” (passatemi il termine) da approfondire in base ai giorni (di massima da 1 a 3) con i vari link collegati ad ulteriori siti e percorsi specifici, sempre – naturalmente – ideati e testati in prima persona.

Guida New York, il cielo di Times Square

Guida New York, il cielo di Times Square

Spero possa essere utile a chi desidera approfondire, pur avendo poco tempo a disposizione, la sua conoscenza della città o anche a chi abbia voglia di includere qualcosa di insolito rispetto ai classici tour offerti dal web.

Scorci di Brooklyn... da "C'era una volta in America"

Scorci di Brooklyn… da “C’era una volta in America”

Guida New York: itinerario (estensibile) da 1 a 3 giorni

Ho sempre pensato che l’inizio e la fine di un soggiorno a New York dovessero inevitabilmente coincidere con una passeggiata in Central Park.

Non so il perchè, nè ho una motivazione particolare che mi spinga a suggerirlo.

Posso solo dire che istintivamente, da sempre, le mie prime ore in città scivolano dolcemente, di solito senza alcuna fretta, in questa immensa foresta verde (chiamarla parco mi sembra davvero riduttivo) fatta di prati, laghi, colline, sentieri e costruzioni fiabesche.

Autunno in Central Park

Autunno in Central Park

Una sorta di luogo non luogo incastonato in una giungla decisamente più grande e di tutt’altra fattura… Manhattan.
Un contrasto netto e forte che da subito permette di intuire a chi arriva in città per la prima volta (e di ricordare a chi ci torna) l’impressionante varietà di sensazioni ed impressioni che New York sarà in grado di offrire.

La “mia” (o forse sarebbe meglio dire la nostra) New York, quella di cui intendo raccontare (e soprattutto consigliare) inizia esattamente da qui, da una panchina in ferro battuto della Literary Walk ed un espresso solo macchiato Starbucks nella mano.

Central Park, New York

Passeggiando lungo la Literary Walk, Central Park, New York

Riuscire a visitare l’intero Central Park può richiedere anche una giornata intera, per cui se avete poco tempo a disposizione e volete raggiungere in breve tempo i luoghi più significativi, cliccate qui per seguire il mio personalissimo itinerario e selezionare (in base alle descrizioni ed alle preferenze) ciò che più vi interessa.

Lasciatevi Central Park alle spalle e percorrete a piedi un tratto della mitica 5th Avenue a partire dall’incrocio con Central Park South, facilmente individuabile grazie al “cubo” trasparente dell’Apple Store da un lato e dalla magnificenza del Plaza (uno degli hotel più costosi ed affascinanti della città, reso celebre da numerosi film famosi) dall’altro.

Apple Store 5th Ave

Apple Store 5th Ave

Percorrendo la 5th in direzione sud avrete modo di incrociare alcuni luoghi simbolo di Midtown, come ad esempio il Moma (il Museum of Modern Art), nella traversa della 53th street, il Rockfeller Center e la St. Patrick Cathedral.

Arrivati all’incrocio con la 42th street voltate a sinistra in direzione Chrysler Building (non potrete non riconoscere volgendo lo sguardo verso l’alto la sua particolare punta “diamantata”) e fermatevi a dare una veloce occhiata alla storica Grand Central Terminal, cliccate qui nel caso desideraste saperne di più ed esplorarla al meglio.

Verso Grand Central Terminal

Verso Grand Central Terminal

Ritornati sulla 5th fermatevi per qualche minuto nella New York Public Library, anche solo per ammirare velocemente le sale di lettura al primo piano (inquadrate in tanti film noti) e sostare per un momento (ma anche di più se avete tempo) nel retrostante Bryant Park, per me il parco più bello della città.

New York Public Library

New York Public Library

Continuando verso sud sempre lungo la 5th, all’altezza con la 33th street incontrerete uno dei simboli della vecchia NY, l’Empire State Building… a voi la scelta se salire in cima, come in un film degli anni ‘30, o fotografarlo dal basso cercando qualche prospettiva originale.

Arrivati all’incrocio con la 23th street vi troverete davanti al Flatiron Building, il famosissimo edificio a forma di “ferro da stiro”, di sicuro il più curioso ed originale (con una storia decisamente singolare) di tutta New York.

Flatiron Building

Flatiron Building

Svoltate a destra, sempre lungo la 23th e raggiungete la vicina Chelsea per salire, all’incrocio con la Tenth Ave, e percorrere a piedi un tratto della High Line, una piacevolissima passeggiata sopraelevata che arriva fino al Meatpacking District.

Mi raccomando una volta arrivati al termine raggiungete il vicinissimo ed originale Chelsea Market per concedervi uno spuntino in uno dei numerosi food shops presenti.

High Line, scorci

High Line, scorci

Credo che dopo la lunga camminata convenga a questo punto, per riposarvi e per ottimizzare i tempi, prendere (finalmente aggiungerei specie se per voi é la prima volta città) la metropolitana, la famosa metro newyorkese (qui trovate tutte le info inerenti le tipologie di biglietti più adatti alle vostre esigenze), per raggiungere Lower Manhattan.

Metro New York, momenti

Metro New York, momenti

Dalla fermata Metro 14th street/8th Ave, prendete la linea blu diretta per Chambers Street.

Una volta fuoriusciti vi troverete nell’area di Ground Zero, dove una volta sorgevano le Twin Towers e dove ora ci sono due immense piscine che ne commemorano i tragici eventi.

Il mio consiglio, se havete tempo ( e spero sinceramente che voi ne abbiate), é quello di visitare il National September Memorial Museum (calcolate due, tre ore abbondanti) e di salire sul nuovissimo One World Observatory della Freedom Tower, dopo aver prenotato ed acquistato in anticipo il biglietto sul sito ufficiale, soprattutto se vi trovate in città in un periodo di alta affluenza turistica.

National September 11 Memorial Museum

National September Memorial Museum, Foundation Hall

In zona (proprio a lato della Memorial Plaza) potrete trovare uno dei templi designati dello shopping low cost newyorkese, il Century 21. Cliccate qui per saperne di più e per scoprire le locations più convenienti per gli acquisti in città!

Proseguendo verso sud attraversate Wall Street per fotografare l’esterno di una delle Borse Valori più famose al mondo e, passeggiando tra le antiche vie di Lower Manhattan alla ricerca magari di un itinerario insolito da approfondire, raggiungete Battery Park.

In base al tempo a vostra disposizione scegliete se partecipare all’escursione guidata ad Ellis Island ed alla Statua della Libertà o se prendere il traghetto gratuito per Staten Island che regala comunque una splendida visuale sui grattacieli di Manhattan e su Lady liberty ed impiega molto meno tempo.

Lower Manhattan vista dallo Staten Island Ferry

Lower Manhattan vista dallo Staten Island Ferry

A questo punto riprendete la vicina metro di South Ferry e raggiungete la fermata di Court Street a Brooklyn (cliccando qui troverete una serie di itinerari specifici per scoprire ed approfondire, sempre in base ai vostri interessi, l’intera zona).

Attraverso la Brooklyn Promenade (una spettacolare finestra su Manhattan) salite e percorrete a piedi il mitico Brooklyn Bridge in direzione Manhattan, il tramonto o le prime luci della sera vi regaleranno una visuale (e delle foto) mozzafiato sulla città.

Brooklyn Bridge, in lontananza la Freedom Tower

Brooklyn Bridge, in lontananza la Freedom Tower

Un piccolo consiglio, una volta sul ponte, occhio a rimanere nei passaggi pedonali a sinistra, i ciclisti sulla destra sfrecciano velocemente senza prestare troppa attenzione ai pedoni!

Una volta attraversato il ponte riprendete la vicina metro di City Hall e raggiungete Times Square cambiando linea a Grand Central Terminal.

Times Square, particolari

Times Square, particolari

La vostra giornata (o giornate, in base al tempo che avrete a disposizione per approfondire i vari luoghi citati) non può che finire tra le mille luci di una delle piazze più famose al mondo, mangiando magari costine in salsa nel vicino Virgil’s, per me uno dei BBQ più buoni della zona, o salendo su qualche vicino rooftop (alcune delle terrazze panoramiche più spettacolari della città) per un ultimo sguardo sulla scintillante notte di Manhattan.

La numerosa serie di linee della metro che ferma a Times Square vi garantirà un veloce rientro in hotel (o appartamento) in qualsiasi zona essi si trovino.

8 Comments

  • Luisa

    febbraio 4, 2016 at 12:45 pm

    Grazie Simona per questi spunti. Ancora una volta sai dare suggerimenti per ogni tipologia di viaggiatore e questo post ne è la conferma. Grazie per i tuoi preziosi consigli!

    Rispondi
  • Antonio Argenziano

    luglio 21, 2016 at 11:45 am

    Ciao Simona, sono Antonio da Caserta.
    Ad Agosto partiremo per un viaggio in America(Washington d.c.), vorremmo fare tappa di un paio di giorni anche a New York.
    Mi potresti consigliare un buon hotel rapporto qualità prezzo ed eventualmente le principali attrazioni da visitare?

    Gentilissima come sempre

    Ciao

    Rispondi
    • Simona Sacri

      luglio 21, 2016 at 3:39 pm

      Ciao Antonio e benvenuto.

      Prova a vedere il Best Western Herald Square e l’Element Times Square. Si tratta di hotel che di solito hanno un buonissimo rapporto qualità/prezzo ma valuta comunque che ad agosto i prezzi lievitano.

      Prova a cercare anche a Brooklyn ed Harlem, di solito i prezzi lì sono più ragionevoli, basta avere un hotel con fermata metro vicino ed avrai Ny a portata di mano 😉

      Rispondi
  • Anna Iliana Casini

    settembre 28, 2016 at 6:00 pm

    Ciao Simona!
    ti seguo da un po’ su FB e, finalmente, è arrivato il momento, anche per me, di andare a NYC.
    Mi sto documentando il più possibile ma, purtroppo, causa lavoro, ho solo 7 gg per poterla visitare.
    Una domandina veloce veloce: l’itineratio che hai scritto qui è fattibile in 1 gg? nel senso, te l’hai fatto in 1 gg?
    Grazie per le utilissime informazioni che ci fornisci e per la tua risposta.
    Salutoni

    Rispondi
  • Stefano

    agosto 15, 2017 at 6:48 pm

    Grazie 1000. La nostra prima volta a New York ed abbiamo seguito il tuo intinerario con a disposizione 3,5 giorni, perfetto. Abbiamo aggiunto il Guggenheim e tanti km a pedi. Davvero bello e siamo tornati solo da 6 ore ;-). Grazie ancora. Stefano & Luisa

    Rispondi

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti