• Home
  • /
  • New York
  • /
  • Escursioni fuori New York: le destinazioni più belle

Escursioni fuori New York: le destinazioni più belle

New York non basta mai, lo riconosco.

Ogni ritorno é una scoperta ed ogni scoperta la nascita di un nuovo inaspettato itinerario. Così le giornate programmate per visitarla sembrano non essere mai sufficienti, specie per chi ci arriva per la prima volta.

Allo stesso tempo però la posizione favorevole e la vicinanza di numerose splendide località, ognuna delle quali differente per tipologia ed offerta turistica, la rendono un punto di partenza ideale per escursioni in giornata per visitare i suoi ricchi dintorni.

Lo spunto per approfondire la permanenza in suolo americano, un modo originale, all’interno di un lungo soggiorno in città, per farsi un’idea della vita, delle tradizioni e dei paesaggi di una parte della East Coast.

Rientrando a New York dagli Hamptons

Rientrando a New York dagli Hamptons

Grazie al noleggio auto, alla fitta rete di collegamenti di treni ed alle numerose società di autobus é possibile organizzare da soli (con un notevole risparmio economico rispetto ai numerosi tour all inclusive e con il prezioso vantaggio di non ritrovarsi a seguire i ritmi e le tempestiche di gruppi di 20/30 persone) molte escursioni fuori New York.

Di seguito un elenco delle mete secondo me imperdibili, con spunti e suggerimenti per “arricchire” il percorso.

 

Gli Hamptons

Ad est di Manhattan si estende l’isola di Long Island, la più grande di tutta la east coast, una lunga lingua di terra caratterizzata da notevoli e numerose spiagge, piccoli villaggi di pescatori, fattorie e vigneti.

Superato Riverhead, l’isola si divide in due penisole, la bucolica North Fork famosa per i suoi preziosi vigneti (basterà seguire i cartelli con la scritta Wine Trail per ritrovarsi in qualche nota azienda vinicola e perdersi tra degustazioni e paesaggi spettacolari) e la modaiola ed affascinante South Fork, nota per le dimore estive dell’High Society newyorkese, per le splendide distese sabbiose sull’Oceano e per i pittoreschi villaggi di pescatori che, nonostante l’assalto estivo di personaggi più o meno famosi ed il forte afflusso turistico dal mid-east, preservano ancora le loro tradizioni ed autenticità.

South Fork, i moli dei pescherecci

South Fork, i moli dei pescherecci

Si va dalla conservatrice e lussuosa Southampton, nei pressi della famosa Hampton Beach, alle vivaci Bridgehampton ed East Hampton, fino al vecchio ed affascinante villaggio di balenieri, lo confesso il mio preferito, Sag Harbor.

Tutti piccoli centri a ridosso del mare, caratterizzati da brevi Main Street (le cosiddette strade principali che tagliano in due i centri abitati), attraversati da negozi d’antiquariato, piccoli musei dedicati alla storia ed alle tradizioni dei luoghi, ristorantini di pesce, moli pittoreschi e B&B (non sempre accessibili economicamente) dal sapore d’altri tempi.

Sag Harbor, Main Street

Sag Harbor, Main Street

Hampton Beach

Hampton Beach

Non dimenticate poi un salto allo splendido Montauk Light House, l’imponente faro sulla punta orientale di South Fork ed una sosta al Tanger Outlet, un mall dedicato allo shopping più conveniente, nei pressi di Riverhead.

Negli Hamptons l’alta stagione va dalla fine di maggio agli inzi di settembre. Il modo migliore per godersi i luoghi citati evitando la ressa estiva é quello di programmare una visita in un giorno feriale o nel primissimo autunno, quando l’intera regione torna ai ritmi calmi e rallentati tipici della gente del posto e le temperature sono ancora gradevoli.

Southampton

Southampton

Per visitare l’intera area é senza dubbio preferibile noleggiare un’auto, traffico permettendo sarete in zona nel giro di 45 minuti.

Esiste anche una linea ferroviaria, la Long Island Rail Road che parte da Penn Station e raggiunge tra le altre fermate Southampton e Bridgehampton (cliccate qui per conoscere orari, fermate e tariffe in tempo reale).

 

Hudson Valley e Woodstock

A nord di Manhattan l’Hudson River si inserisce in uno scenografico percorso tortuoso fino alla sua sorgente, in cima ai monti Adirondack, a circa 500 km dalla sua foce nella baia di New York.

Hudson Valley, scorci autunnali

Hudson Valley, scorci autunnali

Lungo buona parte del percorso é accompagnato da una serie di strade serpeggianti che ne seguono l’andamento e da una serie di fattorie, musei, piccoli centri abitati, sontuose dimore d’epoca ed edifici storici, l’Hudson Valley.

La vallata si divide in due zone. L’Upper Hudson, la zona dei college prestigiosi, di Hyde Park, dell’Home of Franklin D. Roosevelt National Historic Site, un complesso di case e musei dedicati alla figura del presidente americano (che nacque qui nel 1882) e di sua moglie Eleanor, e della Vanderbilt Mansion, un impressionante palazzo in stile rinascimentale progettato per il magnate delle ferrovie Frederick Vanderbilt.

Home of Franklin D. Roosevelt National Historic Site

Home of Franklin D. Roosevelt National Historic Site

Mentre il Lower Hudson si distingue per la natura incontaminata dell’Harriman e del Bear Mountain State Park e per l’ispirazione culturale dello Storm King Art, un’impressionante museo all’aperto dove le installazioni artistiche si fondono con la natura circostante, una vera chicca per gli amanti del genere.

E poi, Woodstock

A circa due ore d’auto da New York, a sud delle Catskills Mountains, si trova Woodstock, il polo indiscusso delle contestazioni giovanili degli anni ’60 e del famoso festival del 1969.

Oggi città curiosa, alternativa e culturalmente attiva che merita senza dubbio una sosta, se non altro per il valore storico e sociale del luogo e l’originalità dell’arredo urbano.

Woodstock (photo credits ulstercountynyrealestate.com)

Woodstock (photo credits ulstercountynyrealestate.com)

Tanto la Hudson Valley quanto Woodstock sono preferibilmente raggiungibili in auto, esistono treni (la Hudson Line che parte da Grand Central, ad esempio) e bus che le attraversano ma si fermano solo in alcuni luoghi e non permettono di muoversi liberamente.

L’intera area é visitabile dalla primavera all’autunno, inutile dire che in pieno Foliage la parte paesaggistica offre il meglio di sè!

 

Washington e Philadelphia

Due tra le più importanti città storiche della East Coast, Washington e Philadelphia (cliccate sui relativi nomi per itinerari specializzati e consigli) raggiungibili comodamente in circa tre ore da New York grazie al considerevole numero di treni Amtrak, in partenza da Penn Station, ed autobus Greyhound e Megabus, in partenza dal Port AuthorityBus Terminal sulla 42th street.

Capitol Hill, Washington DC

Capitol Hill, Washington DC

Sui rispettivi siti é possibile individuare orari e tratte ed acquistare in anticipo i biglietti usufruendo delle convenienti tariffe on line (le cosiddette web fares only)

Entrambe le città meriterebbero onestamente  (non solo come escursioni fuori New York) una visita più approfondita, sfruttando tuttavia la comoda posizione centrale delle stazioni di arrivo é possibile intraprendere un ricco giro esplorativo a piedi (utilizzando la metropolitana solo per i luoghi più lontani come, nel caso di Washington, per lo storico cimitero di Arlington nella vicina Virginia) che consente comunque di scoprirne le principali attrazioni in breve tempo.

Philadelphia, Constitution Hall

Philadelphia, Constitution Hall

Si tratta di città che, considerata la posizione, possono essere visitate in qualsiasi periodo dell’anno.

Io le preferisco in autunno ed in primavera quando le temperature gradevoli ed i colori caldi e vivaci rendono le escursione a piedi nei centri cittadini ancora più piacevoli.

 

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti