• Home
  • /
  • Cile
  • /
  • Santiago del Cile, una città “al contrario”

Santiago del Cile, una città “al contrario”

Devo ammettere che ci ho messo un pò a raccogliere le idee e a pensare di scrivere di Santiago, in genere quando si tratta di raccontare dei miei viaggi sono letteralmente un fiume in piena, le parole vengono fuori una dietro l’altra semplicemente, incastrandosi tra di loro come in un grande puzzle ricco di colori ed immagini, pieno di tutte le sensazioni, i ricordi, le emozioni che ho vissuto.

La vecchia stazione ferroviaria, oggi un centro di esposizioni!!

Santiago del Cile, capitale dello stato più lungo, 4300 km circa, al mondo e probabilmente anche il più stretto considerato che nel tratto più ridotto misura appena 200 km, é una delle città più strane e singolari che io abbia mai visitato, é una città “al contrario”.

La moderna Santiago

Situata ai piedi delle Ande, in una vasta e fertile pianura che degrada lentamente verso l’Oceano Pacifico, questa grande metropoli cilena, con una superficie superiore ai 500 kmq, poco ha a che vedere con le altre famose capitali del Sudamerica che si contraddistinguono da sempre per la loro impronta coloniale, per la fortissima influenza spagnola ed il carattere decisamente latino-americano.

Santiago, pur avendo in comune con queste ultime un passato di conquistadores e colonialismo spagnolo, ha completamente cancellato questa fase della sua storia.

E’ una città moderna, nel vero senso della parola, dedita alla costruzione di quartieri sempre più avvenieristici, con grattacieli in grado di competere con quelli delle megalopoli americane, con grandi parchi cittadini, centri commerciali, moderni e tecnologici osservatori astronomici, perchè il Cile ha una posizione geografica tale da consentire una visione delle costellazioni unica al mondo.

Il piu' grande osservatorio astronomico al mondo e' a Santiago del Cile... I giocatori di dama... in strada!! Un bar

Il ridotto centro storico, bellissimo e ricco ai miei occhi di elementi che richiamano al passato coloniale, come la Plaza de Armas, la Cattedrale, il Municipio, i venditori ambulanti, gli anziani cileni che si riuniscono in strada per giocare a dama, i Bar con Piernas, cioé con le gambe, dove il caffé viene rigorosamente servito da donne in minigonna e tacchi, i venditori di cielo, mi piace chiamarli così, che affittano i telescopi per ammirare le stelle…. é in realtà molto degradato ed anche un pò pericoloso rispetto alla periferia, sicura e moderna che ne ha preso decisamente il posto nei cuori degli abitanti.

Così nei week end si preferisce passare il tempo nei quartieri alla moda di Lastarria e Bellas Artes, ricchi di locali, ristoranti, spazi espositivi o andare al Cerro San Cristobal, una collina con tanto di funicolare, dalla quale si gode una splendida vista della città  e dove si possono visitare uno zoo ed un giardino botanico.

Barrio Bellavista... venditore di biscotti!!! Nel Barrio Bellavista

Un discorso a parte va fatto per il Barrio Bellavista, un vivace e tipico quartiere moderno e modaiolo che però conserva nei colori vivaci delle abitazioni e nelle stradine strette e acciottolate, le caratteristiche tipiche dei quartieri sudamericani.

La Chascona A casa di Pablo Neruda

E’ qui che il famoso poeta cileno, il premio Nobel Pablo Neruda fece costruire una casa per la sua compagna Matilde, La Chascona dal nome della sua folta e spettinata chioma.

Una dimora eccentrica ed intrigante proprio come lui, ispirata al mare e ai suoi colori, assolutamente da visitare.

 

Lascia un commento

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Ricevi i miei consigli di viaggio per organizzare al meglio la tua vacanza negli USA (e nel mondo) e scoprire posti unici e suggestivi, quelli, per intenderci, che non sempre trovi in una semplice guida di viaggio.

Iscriviti ora alla newsletter!

Grazie! Controlla subito la tua email!

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Ricevi i miei consigli di viaggio, iscriviti ora alla newsletter.

Tranquillo, anche io odio lo spam!

Grazie! Controlla subito la tua email!

error: Contenuto protetto! Non puoi copiare i contenuti